Pensione disoccupato con 61 anni e 35 anni di contributi: che fare?

Quale strada di pensionamento per un disoccupato con 61 anni di età e 35 anni di contributi?

di , pubblicato il
Quale strada di pensionamento per un disoccupato con 61 anni di età e 35 anni di contributi?

Buona sera! Sono un disoccupato dal 2010 avendo versato contributi per 5 anni dal 1975 al 1980 come coadiuvante impresa artigiana dal 1980 poi come dipendente istituto di credito per 30 anni. Ho 61 anni con 35 anni di contributi, posso richiedere la pensione. Nel caso cosa dovrei fare?
Grazie per l’attenzione. 

 

Purtroppo al momento possibilità di pensionamento non ce ne sono: per accedere alla pensione anticipata ha bisogno di 43 anni e 3 mesi di contributi a partire dal 1 gennaio 2019. Anche l’accesso all’Ape sociale, come disoccupato, al momento non è possibile poiché sono richiesti almeno 63 anni di età e gliene mancano ancora 2. Il problema principale, però, è che l’Ape sociale è una misura che resterà in vigore fino al 31 dicembre 2018 a meno che non ci sia una proroga con la prossima legge di Bilancio che renda la misura strutturale.

In alternativa potrà accedere alla pensione soltanto al compimento dei 67 anni di età con la pensione di vecchiaia. Resta la possibilità di accesso all’Ape volontario, che le ricordo è un prestito erogato dalle banche (che andrà restituito con microprelievi ventennali sulla pensione) che permette un anticipo sull’età pensionabile di 3 anni e 7 mesi.

 

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]ireoggi.it

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Argomenti: , ,