Pensione di vecchiaia: si cumula con la reversibilità?

Pensione di vecchiaia, reversibilità o assegno sociale: cosa spetta?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione e invalidità

Mia madre percepisce la pensione di reversibilità di mio padre pari ad una somma mensile di E.780.00…Ha diritto alla pensione di vecchiaia? Ha 80 anni, grazie.

 

Purtroppo credo che se sua madre avesse avuto diritto alla pensione di vecchiaia l’avrebbe già avuta da almeno 15 anni. Per percepire la pensione di vecchiaia, infatti, non serve soltanto raggiungere una soglia limite di età ma sono necessari anche contributi versati ed il limite per accedervi è di 20 anni di contributi. Nella percezione della pensione di vecchiaia la pensione di reversibilità non viene considerata e le due prestazioni possono cumularsi tranquillamente.

Se sua madre ha versato tali contributi e non ha mai ottenuto la pensione di vecchiaia probabilmente a suo tempo non è stata presentata domanda di pensione e dovreste provvedere oggi a presentarla chiedendo anche gli arretrati (ma non so se li corrisponderanno e in che misura).

Se invece sua madre non ha i contributi necessari per accedere alla pensione di vecchiaia l’alternativa, sempre a suo tempo, sarebbe stata l’assegno sociale (la cosiddetta pensione sociale) che viene però erogata soltanto in condizione di disagio economico e qualora il richiedente sia al di sotto di una soglia minima di reddito stabilita annualmente dalla legge. Le anticipo subito che con la pensione di reversibilità percepita da sua madre tale soglia viene abbondantemente superata e, quindi, non ha diritto all’assegno sociale.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensione vecchiaia