Pensione di vecchiaia: quando è possibile con meno di 20 anni di contributi?

Quali possibilità di pensionamento ci sono per chi non ha 20 anni di contributi?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione e invalidità

Salve, volevo chiedere come fare la domandina per la pensione di vecchiaia avendo 15 anni di contributi. Devo andare ad un patronato oppure la posso fare online io stesso?

Io avevo già fatto la domanda all’Inps ma mi è stata rigettata.

 

Molto probabilmente la domanda presentata all’Inps le è stata rigettata poiché per accedere alla pensione di vecchiaia sono necessari i seguenti requisiti:

  • 66 anni e 7 mesi di età nel 2018 (dal 2019 per l’adeguamento alla speranza di vita Istat saranno necessari 67 anni di età)
  • almeno 20 anni di contributi maturati

Per chi non possiede 20 anni di contributi l’accesso alla pensione di vecchiaia è negato a meno che non si rientri in una delle deroghe Amato o nella deroga Dini che, attraverso requisiti abbastanza stringenti, permettono l’accesso alla pensione di vecchiaia sempre a 66 anni e 7 mesi di età ma soltanto con 15 anni di contributi. Le 4 deroghe permettono il pensionamento a platee molto ristrette di lavoratori, per vedere se vi rientra può consultare il seguente articolo: In pensione con meno di 20 anni di contributi: tutte le deroghe alla Legge Fornero

Per chi non rientra nelle deroghe sopra menzionate vi è un’ulteriore possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con meno di 20 anni di contributi: si tratta della pensione di vecchiaia contributiva che nel 2018 richiede 70 anni e 7 mesi di età (dal 2019 saranno richiesti 71 anni di età) e almeno 5 anni di contributi. Essendo, però, una pensione contributiva, ovvero calcolata interamente con il sistema contributivo, richiede che il beneficiario non abbia contributi versati prima del 1 gennaio 1996.

In alternativa per chi non possiede 20 anni di contributi e si trova in una situazione economica disagiata vi è la possibilità di richiedere a 66 anni e 7 mesi l’assegno sociale, per il quale può trovare maggiori informazioni nel seguente articolo: Assegno sociale: a chi spetta, limiti di reddito e novità 2018 | Guida completa

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Contributi Inps