Pensione di vecchiaia anticipata: spetta se si è titolari di assegno IO?

L'assegno di invalidità ordinario può limitare l'accesso alla pensione di vecchiaia anticipata per invalidi?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
L'assegno di invalidità ordinario può limitare l'accesso alla pensione di vecchiaia anticipata per invalidi?

Buongiorno,
ho una domanda da porLe, in quanto nessuno mi sa dare una risposta precisa in merito.
Sono una signora di 56 anni che lavora dal 1981, nel gennaio 2015 dopo aver fatto ricorso mi è stata riconosciuta un’invalidità civile all’85%.
Percependo un assegno di IO posso chiedere la pensione anticipata, che da quello che ho letto per le donne è possibile richiedere a 55 anni?
Nel ringraziarla le invio distinti saluti.

L’assegno di Invalidità Ordinaria pone dei limiti per l’accesso alla pensione anticipata e si trasforma automaticamente in pensione di vecchiaia al raggiungimento dei requisiti anagrafici richiesti.

La pensione di vecchiaia anticipata per gli invalidi con percentuale pari e superiore all’80% altro non è che una pensione di vecchiaia cui hanno bloccato l’innalzamento dell’età pensionabile con il Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 503.

All’articolo 1 comma 8 di tale decreto si legge “L’elevazione dei limiti di età di cui al comma 1 non si applica agli invalidi in misura non inferiore all’80 per cento”. Al comma 1 è specificato che “Il diritto alla pensione di vecchiaia a carico dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti dei lavoratori dipendenti è subordinato al compimento dell’età indicata, per ciascun periodo, nella tabella A allegata”.

Per gli invalidi con percentuale pari o superiore all’80%, quindi, vi è la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con 55 anni e 7 mesi per le donne e 60 anni e 7 mesi per gli uomini. Questo non perché si tratti di una pensione anticipata ma soltanto perché ci sono agevolazioni per l’accesso alla pensione di vecchiaia per le persone con invalidità superiore all’80%. L’assegno IO, quindi, non limita l’accesso a questo tipo di prestazione anche se per essere erogata la pensione di vecchiaia anticipata richiede una seconda valutazione da parte di una commissione medica Inps.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti pensione invalidi, Welfare e previdenza, Pensione Invalidi