Pensione di invalidità: la reversibilità fa reddito per il limite annuo?

Quali sono i redditi che fanno raggiungere i limiti di reddito per la sospensione della pensione di invalidità?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quali sono i redditi che fanno raggiungere i limiti di reddito per la sospensione della pensione di invalidità?

Rispondiamo al quesito di una lettrice la cui mamma si è vista chiedere indietro delle mensilità della pensione di invalidità per aver superato il reddito annuo a causa della reversibilità del marito deceduto. Cerchiamo, quindi, di capire quali sono i redditi che fanno cumulo e in quali casi la pensione di invalidità viene sospesa.

 

Buonasera, le scrivo per conto di mia madre e spero possa esserci d’aiuto. Dal 1999 mia madre riceve una pensione di invalidità di 279 euro a seguito di un’operazione che l’ha resa invalida al 75% con numerosi problemi di deambulazione sconvolgendo la nostra vita familiare. A Marzo 2017 a mio padre hanno diagnosticato un tumore al polmone, abbiamo lottato tanto ma non è bastato. Dopo 9 mesi papà ci ha lasciato. É venuto a mancare lo scorso Novembre, a Dicembre sarebbe finalmente andato in pensione. La beffa del destino continua perché nonostante il dolore dobbiamo fare i conti con i problemi di tutti i giorni tra cui ora una lettera dell’INPS, indirizzata a mia madre in cui le richiedono di restituire due mensilità della sua pensione. Abbiamo chiesto chiarimenti e la risposta è stata che le due pensioni fanno reddito superando cosi il reddito di 4800 euro. Sono sconvolta,  mia madre resta comunque invalida, ha delle spese mediche mensili, spese della casa, bollette, ha una signora a casa che l’aiuta e quant’altro. Non riesco a capire come la pensione di reversibilità di mio padre che tra l’altro è ridotta, soli 689 euro possa essere strumentalizzata così.  Mio padre ha lavorato una vita in fabbrica per una miseria del genere.Come ci consiglia di agire? È vero quello che ci hanno detto? Confido in un suo aiuto.

Grazie
Distinti saluti

Per l’anno 2018 il limite di reddito personale annuo per percepire l’assegno mensile di invalidità civile è pari a 4853,29 euro. Essendo l’assegno mensile una prestazione econonica riconosciuta a coloro che sono in stato di bisogno per continuare a percepirlo il reddito personale deve sempre essere inferiore alle soglie previste dalla legge.

L’articolo 3 della legge 407/1990 stabilisce che le prestazioni pensionistiche erogate dall’Inps non sono compatibili con quelle a carattere diretto concesse a seguito di invalidita’ contratte per causa di guerra, di lavoro o di servizio, nonché’ con le pensioni dirette di invalidita’ a qualsiasi titolo erogate dall’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidita’, la vecchiaia e i superstiti dei lavoratori dipendenti.

Il beneficiario dell’assegno mensile di invalidità, quindi, non può cumulare il trattamento con tali prestazioni e al soggetto non viene riconosciuta neanche la possibilità di poter scegliere la prestazione più favorevole.

Per quanto riguarda, invece, il riconoscimento di altre prestazioni di tipo previdenziale non di invalidità, come ad esempio pensione di vecchiaia, anticipata o di reversibilità, non vi sono ostacoli al riconoscimento fermo restando il limite di reddito che non deve essere superato.

Conclusioni

Sua madre, quindi, superando il limite annuo personale dei 4800 euro con la pensione di reversibilità, è chiamata alla restituzione delle mensilità di pensione di invalidità percepite oltre il superamento della soglia prevista dalla legge.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti pensione invalidi, Welfare e previdenza, Assegno invalidità

I commenti sono chiusi.