Pensione da due gestioni diverse: cumulo o doppia pensione

Se non si richiede la pensione in cumulo è possibile ricevere la doppia pensione dalle due casse previdenziali in cui si sono versati i contributi?

di , pubblicato il
Contributi Inps

Buongiorno.

Sono iscritto all’INPS a due gestioni:

–          Gestione commercianti

–          Gestione separata.

Per la prima ho inoltrato richiesta di pensione anticipata a Maggio 2018 e percepisco l’assegno da Agosto dello stesso anno.

Mi è stato riferito che al momento dell’inoltro della domanda avrei potuto chiedere il cumulo delle due gestioni, me che ora non è più possibile essendo in corso l’erogazione della gestione commercianti.

Desideravo sapere se:

–          potevo effettivamente richiedere il cumulo;

–          è vero che ormai non è più possibile;

–          per ricevere la pensione dalla gestione separata devo attendere il 67 anni e 10 mesi (ora ho 64 anni compiuti ad Aprile).

Ringrazio e saluto.

Pensione in cumulo: come funziona se non si richiede

Vengo a rispondere alle sue domande. Essendo la gestione Commercianti compresa tra i fondi previdenziali che possono utilizzare il cumulo gratuito dei contributi, effettivamente sì, poteva chiedere la pensione in cumulo fin da subito. Il cumulo gratuito dei contributi è possibile, infatti, per tutti coloro che siano stati iscritti alle seguenti gestioni previdenziali:

  • fondo pensioni lavoratori dipendenti 
  • gestioni speciali dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti);
  • gestione separata Inps;
  • regimi sostitutivi dell’assicurazione generale obbligatoria (ad esempio Inpgi, ex Enpals, fondo volo, soppressi fondi speciali elettrici, telefonici, autoferrotranvieri);
  • regimi esclusivi dell’assicurazione generale obbligatoria (ad esempio ex Inpdap, ex Ipost).
  • e’ prevista l’inclusione degli iscritti alle Casse dei liberi professionisti.

Ormai, essendo già titolare di una pensione diretta, non può più optare per il cumulo poiché l’assicurato non può chiedere la pensione in cumulo se risulti già titolare di un trattamento pensionistico in una delle gestioni interessate. E lei, purtroppo, percepisce una pensione da una delle due gestioni interessate.

La pensione di vecchiaia con la gestione separata, invece, può riceverla al compimento dei 67 anni (richiesti nel 2019 e 2020, probabilmente dal 2021 saranno necessari 67 anni e 3 mesi per adeguamento ad aspettativa di vita Istat).

Per accedere alla pensione di vecchiaia, inoltre, è richiesto, oltre ai 67 anni di età, il perfezionamento dei 20 anni di contributi versati nella gestione separata e che l’assegno pensionistico sia pari o superiore a 1,5 volte l’assegno sociale (circa 750 euro mensili).

Se non raggiunge i 20 anni di contributi necessari per l’erogazione della pensione di vecchiaia a 67 anni nella gestione separata, quest’ultima, le sarà erogata, con almeno 5 anni di contribuzione effettiva, al compimento dei 71 anni di età (più adeguamento aspettativa di vita Istat).

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Argomenti: , ,