Pensione con finestra di 3 mesi, continuare a lavorare e montante contributivo

Se si decide di lavorare anche nella finestra di attesa per la decorrenza della pensione i 3 mesi di lavoro in più incrementano l'assegno pensionistico?

di , pubblicato il
Pensione anticipata Rita e Fondo Zurig

Buongiorno, ad ottobre 2020 io maturerò la mia pensione con la finestra di 3 mesi percepirei la pensione il 1 febbraio 2021.

Posso continuare il lavoro fino la data utile?
I contributi saranno utili alla pensione o l’importo rimarrà lo stesso?

Pensione anticipata, finestra e decorrenza

Non vi è nessuna legge che vieti di lavorare fino al giorno prima della decorrenza della pensione. Il lavoratore può scegliere, una volta raggiunti i requisiti di accesso alla misura, se smettere di lavorare e restare, di conseguenza, senza stipendio e senza pensione per 3 mesi, o se continuare a lavorare fino al giorno prima della decorrenza della pensione, nel suo caso fino al 31 gennaio 2021 (è una cosa che deve specificare quando presenta le dimissioni indicando il giorno di decorrenza delle stesse).

Ovviamente, se il lavoratore lavora i 3 mesi in più in quel periodo continua ad accumulare contributi e la pensione, di conseguenza, sarà calcolata su un montate contributivo di 3 mesi più alto (non che la cosa cambi poi moltissimo a livello economico, si parla di pochi euro di differenza ma che comunque verranno aggiunti alla pensione mensile che viene in ogni caso calcolata su tutti i contributi versati, anche quelli della finestra di attesa per la decorrenza della pensione).

In caso, quindi, lei continui a lavorare fino alla decorrenza della pensione il suo assegno pensionistico sarebbe calcolato su 42 anni e 1 mese di contributi anziché su 41 anni e 10 mesi di contributi.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Argomenti: , , ,