Pensione, come consultare l’estratto conto contributivo

Per la pensione è sempre bene consultare l'estratto conto contributivo, per verificare se ci sono anomalie, ecco come fare in modo semplice e veloce.

di Angelina Tortora, pubblicato il
ricongiunzione contributi liberi professionisti

L’Estratto conto contributivo è il documento che elenca tutti i contributi effettuati all’INPS in favore del lavoratore. Riepiloga i versamenti da lavoro, figurativi e da riscatto, suddivisi in base alla gestione alla quale il lavoratore risulta iscritto. Di solito si consulta in procinto della pensione, sarebbe una buona abitudine consultarlo prima e capire se ci sono dei buchi contributivi o delle anomalie, per richiedere di apportare le giuste modifiche. Analizziamo come consultarlo in modo semplice e veloce.

Pensione: l’estratto contributivo a chi è rivolto?

Grazie all’Estratto conto contributivo, i lavoratori possono verificare la regolarità dei contributi versati autonomamente o dai propri datori di lavoro per segnalare eventuali discordanze all’INPS.

I lavoratori prossimi alla pensione possono richiedere alle sedi INPS quello certificativo, che include l’attestazione analitica della posizione assicurativa con valore legale.

Accredito contributi figurativi per servizio militare, ecco come fare la domanda online

Come funziona

Il lavoratore può consultare il proprio Estratto conto online attraverso il servizio dedicato. Nel caso in cui abbia periodi di lavoro presso datori di lavoro privati e/o pubblici e periodi di lavoro autonomo, all’interno dell’Estratto conto potrà visualizzare le diverse sezioni contraddistinte per colore.

L’Estratto conto previdenziale riporta i dati anagrafici del lavoratore e, riassunti in una tabella, i versamenti previdenziali suddivisi in:

  • periodo di riferimento;
  • tipologia di contributi (da lavoro dipendente, artigiano, commerciate, servizio militare ecc.);
  • contributi utili espressi in giorni, settimane o mesi, sia per il calcolo della pensione che per il raggiungimento del diritto;
  • retribuzione o reddito;
  • riferimenti del datore di lavoro;
  • eventuali note riportate alla fine dell’Estratto.

Il servizio, inoltre, consente al lavoratore dipendente privato di visualizzare e stampare la sua posizione retributiva dal 2005 ad oggi. Dopo aver inserito il PIN, l’utente accede alla pagina dell’elenco delle denunce retributive raggruppate per anno e cliccando sulla matricola può accedere alla pagina contenente il dettaglio della situazione retributiva annuale.

Il lavoratore può consultare il proprio estratto conto online oppure può richiedere l’Estratto conto contributivo tramite:

  •  Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

All’interno del servizio Inps, l’utente trova i propri contributi suddivisi in base alle gestioni alle quali è iscritto. Ad esempio, i contributi degli iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) sono contenuti nell’Estratto conto previdenziale mentre quelli degli iscritti alla Gestione Separata sono riepilogati in quello dei parasubordinati.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Contributi Inps