Pensione anticipata tradizionale o quota 100: cosa conviene?

Meglio la pensione anticipata o attendere la quota 100?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione usurante la certificazione

Gent.ma sig.ra Patrizia, a tutt’oggi è un rischio firmare per la pensione a partire dal 1 novembre 2018 con la legge Fornero( 41 anni e 10 mesi di contributi e 62 anni) ? Se nel frattempo va in vigore il nuovo sistema pensionistico cosa si rischia ?

 

Assolutamente non si rischia nulla. La pensione anticipata con 41 anni e 10 mesi di contributi è, in ogni caso, molto più conveniente della pensione per cui sta lavorando il governo e cerco di spiegargliene il motivo.

Attualmente lei ha 62 anni e 41 anni e 10 mesi di contributi e può accedere alla pensione anticipata senza alcuna penalizzazione, con un calcolo dei suoi contributi misto. Se entrasse in vigore a gennaio 2019 la quota 100 (per la pensione con 41 o 42 anni di contributi bisognerebbe in ogni caso attendere il 2020) lei non potrebbe accedere a causa dell’età anagrafica poiché sarebbero richiesti 64 anni di età e 36 anni di contributi. Ma anche se potesse accedere alla quota 100 io glielo sconsiglierei perché per questa forma di pensionamento il governo ha parlato chiaramente di forme di penalizzazione per scoraggiare la platea degli aventi diritto ad accedere alla pensione. Quello che le chiedo, dunque, è: perché accedere ad una pensione con penalizzazione se nel 2018 matura il diritto ad accedere ad una pensione anticipata che non ne prevede? Ad oggi la pensione anticipata tradizionale e la pensione di vecchiaia sono i due tipi di pensionamento che convengono maggiormente e le garantisco che entro il 1 novembre non entrerà in vigore nessuno nuovo sistema di pensionamento. Per i nuovi sistemi di pensionamento si parla dei primi mesi del 2019. Ovviamente ancora non si sa nulla di certo, non vi è alcun decreto attuativo della quota 100, ma nessuno ha parlato di una possibile attuazione della quota prima del 2019.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensioni anticipate