Pensione anticipata senza penalizzazione

Pensione anticipata senza penalizzazioni: ecco come.

di , pubblicato il
pensioni

Con la circolare numero 74 del 10 aprile 2015 l’Inps ha chiarito due questioni contenute nella Legge di Stabilità 2015 che riguardano la previdenza sociale.   La circolare, pur non aggiungendo nulla di nuovo a quanto già si conosceva chiarisce che l’importo complessivo del trattamento pensionistico misto non può superare quello che sarebbe stato liquidato applicando le regole vigenti posteriori alla data di entrata in vigore del decreto legge 201 del 2011.

  Per quanto riguarda le pensioni anticipate, l’Inps con la circolare chiarisce che per le pensioni anticipate, erogate a partire dal 1 gennaio 2015, non si applica nessuna penalizzazione.   Le penalizzazioni non si applicano a tutti i soggetti che raggiungono i requisiti di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2017, anche se con età inferiore ai 62 anni. Quindi per questi soggetti non saranno applicate le penalizzazioni previste dalla Legge Fornero.   Anche se la misura era stata già annunciata era rimasta in stand by fino ad ora. Se prima della Legge di Stabilità 2015 rimanevano al di fuori dall’esenzione della penalità tutti coloro la cui anzianità contributiva era stata frutto anche di periodi di obblighi di leva, maternità, infortunio o altri eventi straordinari.   La nuova norma, ora, per i prossimi 3 anni permette uno stop alle penalizzazioni per tutti coloro che riusciranno ad andare in pensione dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017. Chi avrà meno di 62 anni, così come chi raggiunge l’anzianità anagrafica per l’accesso alla pensione, non subirà penalizzazioni.

Argomenti:

I commenti sono chiusi.