Pensione anticipata Rita con 59 anni e 30 anni di contributi, è possibile

Pensione anticipata RITA con 59 e 30 anni di contributi, di cui 8 nel fondo Espero, è possibile?

di Angelina Tortora, pubblicato il
Cosa fare se la domanda di APE Sociale viene respinta

Buongiorno, volevo sapere se la pensione anticipata Rita c’è ancora. Io ho 59 anni e 30 di contributi, 8 anni adesione al fondo Espero. Posso fare domanda? Si riesce a sapere quanto verrei a prendere approssimativamente?

Alla Rita possono accedere sia i lavoratori del settore privato che i lavoratori del settore pubblico purché abbiano aderito a piani individuali pensionistici o fondi pensione, con la sola esclusione  degli aderenti ai fondi preesistenti.

Requisiti RITA

Per aderire alla Rita, bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:

a)     Cessazione dell’attività lavorativa;

b)     Raggiungimento dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia nel regime obbligatorio di appartenenza entro i cinque anni successivi alla cessazione dell’attività lavorativa;

c)     Maturazione, alla data di presentazione della domanda di accesso alla RITA, di un requisito contributivo complessivo di almeno venti anni nei regimi obbligatori di appartenenza;

d)     Maturazione di cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari;

oppure, in alternativa:

a)     Cessazione dell’attività lavorativa;

b)     Inoccupazione, successiva alla cessazione dell’attività lavorativa, per un periodo superiore a ventiquattro mesi;

c)     Raggiungimento dell ‘età anagrafica per la pensione di vecchiaia nel regime obbligatorio di appartenenza entro i dieci  anni  uccessivi;

d)     Maturazione di cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari.

Diversamente dalla disciplina previgente in tema di RITA, la sussistenza dei requisiti sopra indicati non è vincolata al rilascio di un’apposita attestazione da parte dell’INPS, come in precedenza previsto dall’art. 1, comma 168, della Legge 232/2016 al quale il comma 188 faceva rinvio.

Per tutte le informazioni, consigliamo di leggere: Pensione anticipata RITA, al via le regole applicative, tutte le novità 2018

Fondo Espero

Tutti i fondi pensionistici si sono adeguati alla normativa vigente in materia di RITA, anche il Fondo Espero, ha predisposto una modulistica da scaricare per poter fare domanda.

Il diritto alla prestazione si acquisisce in caso di cessazione del rapporto di lavoro con 20 anni di contributi nel regime obbligatorio di appartenenza se mancano non più di 5 anni alla maturazione dell’età per la pensione di vecchiaia. In caso di inoccupazione superiore a 24 mesi la RITA è accessibile con un anticipo di 10 anni (a prescindere dai requisiti contributivi) rispetto alla maturazione dell’età per la pensione di vecchiaia.

E’ possibile scaricare qui il modulo: Fondo Espero_Mod_RITA

Il modulo è comprensivo di istruzione, alla domanda bisogna allegare la seguente documentazione:

  •  copia del documento di identità dell’associato;
  • attestazione della maturazione dei 20 anni di contributi nel regime obbligatorio di appartenenza:
    – opportuna certificazione rilasciata dall’Ente previdenziale di appartenenza (es. estratto conto integrato o altra certificazione);
    – in alternativa al precedente punto, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (autenticata da un notaio, cancelliere, segretario comunale, o altro dipendente incaricato dal Sindaco) nonché un impegno scritto a produrre, in caso di richiesta da parte di Fondo Espero, la documentazione necessaria a comprovare le dichiarazioni rese.
    – al fine di comprovare la sussistenza dello stato di inoccupazione, è necessario presentare un
    certificato del Centro per l’impiego recante indicazione della data di iscrizione alle liste di
    disoccupazione e della permanenza del relativo status.

Le consiglio di contattare il fondo Espero e con loro valutare la sua posizione.

Contatti Fondo Espero

Tel. 06 52279155

mail: [email protected]

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti Pensione Rita, News pensioni, Pensioni anticipate