Pensione anticipata RITA con 58 anni e 36 anni di contributi, è possibile?

Pensione anticipata RITA con 58 anni e 36 anni di contributi, quando è possibile?

di , pubblicato il
pensione

Pensione anticipata RITA, il quesito di un nostro lettore:

Buonasera scrivo per conto di mia mamma, ieri abbiamo sentito parlare delle pensioni Rita, e volevo sapere se anche lei potrebbe rientrare. Ha 58 anni (1960) con 36 anni di contributi versati. Attendendo un vostro riscontro, ringrazio anticipatamente e auguro una buona serata.

Distinti saluti.

Requisiti della Rendita Integrativa Anticipata Temporanea

Nei  requisiti per accedere alla Rendita Integrativa Temporanea Anticipata è vincolante appartenere a forme pensionistiche complementari almeno da 5 anni. Analizziamo nel dettaglio i requisiti specifici:

  • il lavoratore deve cessare l’attività lavorativa;
  • richiesta un’età anagrafica con un anticipo di cinque anni dalla pensione di vecchiaia
  • requisito di minimo 20 anni di contributi di cui almeno 5 versati in fondo pensione

Per i lavoratori disoccupati da lunga durata

  • il lavoratore deve cessare l’attività lavorativa;
  • richiesta un’età anagrafica con un anticipo di cinque anni dalla pensione di vecchiaia
  • requisito di minimo 20 anni di contributi di cui almeno 5 versati in fondo pensione
  • disoccupato da almeno 24 mesi

Per maggiori informazioni consigliamo di leggere: Pensione anticipata RITA, al via le regole applicative, tutte le novità 2018

Conclusioni

Per poter presentare domanda della RITA, bisogna rivolgersi al fondo pensionistico dove si sono versati almeno 5 anni di contributi. Ricordiamo che ogni fondo ha dovuto adeguare modulo, statuto e regolamento in riferimento alla nuova misura RITA.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.