Pensione anticipata Quota 41, per chi assiste un familiare con legge 104

Pensione anticipata Quota 41 per chi assiste un familiare con handicap grave con legge 104 art. 3 comma 3, come fare la domanda e cosa cambia dal 2019.

di , pubblicato il
pensione

Pensione anticipata precoci – Quota 41, per chi assiste un familiare con handicap grave in possesso del verbale legge 104 art. 3 comma 3, il quesito di un nostro lettore:

Buongiorno, volevo chiedere a che età posso andare in pensione, visto che ho incominciato a lavorare nel 1980 a 15 anni.


Io sono nato nel 1964 e da maggio 1980 a settembre 1995 ho lavorato come operaio e da novembre 1995 a tutt’oggi ho un negozio di alimentari, da quest’anno sono unito civilmente con persona invalida civile al 100% e con handicap in situazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Le sarei grato in una sua risposta in merito, per sapere come procedere. Ringrazio fin da ora, e cordialmente la saluto.

Beneficio lavoratori precoci

Possono accedere alla pensione anticipata quota 41 i lavoratori che hanno maturato almeno un anno prima del 19° anno di età. Il requisito contributivo richiesto è di 41 anni indipendentemente dall’età, inoltre devono trovarsi nelle seguenti categorie di tutele:

  • Dipendenti che hanno perso il lavoro involontariamente, e che da tre mesi non percepiscono la NASPI;
  • Lavoratori dipendenti e anche lavoratori autonomi, che da circa 6 mesi assistono il familiare con handicap grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3 (Caregiver)
  • Lavoratori con una disabilità accertata superiore o uguale al 74%;
  • Dipendenti che svolgono un lavoro usurante
  • Dipendenti che svolgono un lavoro gravoso

La domanda deve essere presentata entro il primo marzo e non oltre il 30 novembre di ciascun anno.

Quota 41 cosa cambia dal 2019

Dal 2019 non basteranno più 41 anni di contributi per andare in pensione come precoci, indipendentemente dall’età, ma ci vorranno 41 anni e 7 mesi, salvo per le categorie di lavoro gravoso e usuranti.

Il mio consiglio è di fare un controllo del suo estratto contributivo, rivolgersi ad un patronato e unificare i contributi dipendenti e autonomi in un’unica cassa, dovrà comunque raggiungere il requisito contributivo di 41 anni e 7 mesi.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Argomenti: , , , ,

I commenti sono chiusi.