Pensione anticipata quota 41: ci rientro?

Quali sono i requisiti per accedere alla quota 41 per lavoratori usuranti?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quali sono i requisiti per accedere alla quota 41 per lavoratori usuranti?

Buongiorno Sig. Patrizia,

 sono nato nel 1965, lavoro dal 1980 volevo sapere se per me vale va la regola dei lavoratori precoci, anni effettivi circa all’ ultimo conteggio 37. Faccio turni notturni dalle 22:00 alle 06:00 a ciclo continuo 3-1 e ultima cosa possiedo da 2 anni la legge 104 in attesa di una risposta porgo  cordiali  saluti

P.S  se si a chi mi posso rivolgere.

 

Avendo iniziato a lavorare a 15 anni rientra senza alcun dubbio nei lavoratori precoci se ha almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni, se, quindi dal 1980 lei versa regolarmente contributi può considerarsi un lavoratore precoce per poter accedere alla quota 41.

Per quanto riguarda gli altri requisiti da soddisfare, ovviamente, le mancano degli anni di contributi per arrivare ai 41 anni richiesti, che dal 2019 diventeranno 41 anni e 5 mesi. Ma rientrerebbe sia come lavoratore usurante per via dei turni di notte sia come invalido se ha un’invalidità pari o superiore al 74% (al di là della legge 104).

In attesa di maturare gli anni di contributi che le mancano per poter accedere alla quota 41 potrebbe rivolgersi ad un Caf o un patronato per appurare se i suoi turni notturni sono validi per l’accesso come lavoratore usurante o per verificare se la sua invalidità le permette di accedere come lavoratore invalido.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti quota 41 precoci, News pensioni, Pensioni anticipate, Quota 41