Pensione anticipata Quota 100 con il cumulo contributivo gratuito

Pensione anticipata Quota 100 con 62 anni di età anagrafica e 38 anni di contributi, il cumulo gratuito per la ricongiunzione di varie casse previdenziali.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Pensione anticipata Rita e Fondo Zurig

Nella bozza del decreto sulla riforma pensioni, che contiene la quota 100, è previsto che il lavoratore può chiedere il cumulo contributivo gratuito per raggiungere il requisito contributivo richiesto per la nuova misura. Il cumulo può essere chiesto in base all’ultimo ente previdenziale.I requisiti richiesti per la quota 100 sono: 62 anni di età anagrafica e minimo 38 anni di contributi.

Un lettore ci chiede:  “Ho 62 anni compiuti nel 2018. Ho 23 anni di contributi Inpdap dal 1979 fino al 2002 e 10 anni Inps commercianti, di cui  un anno il 2018 di contribuzione volontaria perciò dovrei coprire 4 anni x farne 38 ed accedere alla quota cento con il cumulo. Avendo un periodo senza contributi versati 2013-2017 potrei richiedere di versare in unica soluzione i 4 anni mancanti? Grazie”.

Contributi volontari versati in un’unica soluzione

I contributi volontari possono essere utilizzati per coprire i periodi durante i quali il lavoratore non svolge alcun tipo di attività lavorativa dipendente o autonoma (compresa quella parasubordinata), ha chiesto brevi periodi di aspettativa non retribuita per motivi familiari o di studio oppure ha un contratto part time orizzontale o verticale.  I contributi volontari non possono essere usati per coprire periodi retroattivi, ma per i periodi in corso. Bisogna chiedere un’autorizzazione dei versamenti volontari all’INPS. L’autorizzazione concessa non decade mai e i versamenti volontari, anche se interrotti, possono essere ripresi in qualsiasi momento senza dover presentare una nuova domanda. I contributi volontari non possono essere versati in modo retroattivo, vanno versati nel periodo corrente. Inoltre, i contributi versati per sè stessi o per i familiari a carico, sono considerati “oneri deducibili” è possono essere scaricati nella dichiarazione dei redditi (730/Redditi) direttamente in diminuzione dell’imposta dovuta.

Nel caso specifico, lei non può versare i contributi volontari per il periodo 2013-2017.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, News pensioni, Pensioni anticipate