Pensione anticipata precoci: posso accedere alla quota 41?

Quando un lavoratore precoce può accedere alla quota 41? Vediamo i requisiti da possedere.

di , pubblicato il
Lavoratori precoci e lavoro usurante

Buongiorno,

ho 57 anni, vorrei chiederle, per favore, se avendo maturato al 30 giugno 2018 n.40 anni di anzianità ed avendo 12 mesi di anzianità antecedenti al compimento dei 19 anni posso rientrare tra lavoratori precoci e quindi andare in pensione il prossimo anno.
Il calcolo della mia pensione è con il sistema misto avendo al 31.12.95 maturato n.17 anni di anzianità?
La ringrazio anticipatamente…
Cordiali saluti

Quota 41 precoci: requisiti

Per accedere alla pensione anticipata dei lavoratori precoci quota 41, non basta essere in possesso dei 41 anni di contributi e dei 12 mesi di contributi effettivi versati prima del compimento dei 19 anni.
La pensione quota 41 precoci, infatti, è limitata a delle categorie di lavoratori bisognose di tutela e nello specifico:

  • Dipendenti disoccupati a causa di licenziamento (e non a causa naturale scadenza di contratto a termine) che hanno terminato da almeno 3 mesi di percepire la Naspi spettante
  • Dipendenti e autonomi che al momento della richiesta assistono da almeno 6 mesi un familiare convivente entro il primo grado (coniuge, figlio o genitore) con handicap grave ai sensi della legge 104 articolo 3 comma 3
  • Dipendenti e autonomi con invalidità accertata pari o superiore al 74%
  • Addetti ai lavori usuranti
  • Addetti alle mansioni gravose
Se appartiene, quindi, a uno dei profili lavorativi sopra citati può accedere alla quota 41 dei lavoratori precoci, altrimenti, in alternativa, può attendere di maturare i requisiti per accedere alla pensione anticipata che nel 2018 sono di 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e di 42 anni e 10 mesi per gli uomini. Nel 2019, invece, i requisiti dovrebbero aumentare di 5 mesi per adeguamento alla speranza di vita Istat (anche se il governo ha espresso l’intenzione di bloccare tale aumento per la pensione anticipata) portandoli a 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne e 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini.

Sistema misto per la pensione, quando?

Il sistema misto si applica ai lavoratori con meno di 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995 e a decorrere dal 1° gennaio 2012 anche ai lavoratori con un’anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni al 31 dicembre 1995. Quindi la sua pensione sarà calcolata con il sistema misto.

Argomenti: , , ,