Pensione anticipata precoci con 41 anni di contributi: per chi nel 2019?

Iter per la richiesta di pensione con quota 41: ecco cosa fare passo passo.

di , pubblicato il
Iter per la richiesta di pensione con quota 41: ecco cosa fare passo passo.

Ciao Patrizia volevo farle una domanda:

Mio padre quest’anno arriva a 41 anni di contributi.
Lui è bracciante agricolo, lavoro che dal 2018 è entrato nella categoria dei lavori usuranti.
Ha iniziato a lavorare a 14 anni il che prima dei 19 anni e possiede un anno intero di contributi.
Può fare la domanda quest’anno della pensione anticipata?
Essendo un lavoratore precoce suo padre può accedere alla pensione con la quota 41 precoci alla quale hanno diritto le seguenti categorie di lavoratori:
  • lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione per cessazione del rapporto di lavoro a seguito di licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che non percepiscono più da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione loro spettante;
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che assistono al momento della richiesta e da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104);
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74%;
  • lavoratori dipendenti addetti a lavori usuranti (articolo 1, commi 1, 2 e 3, del decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67);
  • lavoratori che svolgono da almeno sei anni in via continuativa una delle attività gravose.

Quota 41: come procedere

Per poter accedere al beneficio, l’interessato deve presentare con modalità telematica,entro il 1° marzo di ciascun anno, una domanda per il riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio.

Entro il 30 giugno di ciascun anno (oppure entro il 31 dicembre di ciascun anno per le domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio presentate oltre il 15 luglio 2017 e il 1° marzo di ciascun anno ma non successive al 30 novembre) l’Inps comunica all’interessato l’esito dell’istruttoria della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio.

La domanda di accesso alla pensione anticipata con il beneficio per i lavoratori precoci è presentata, con modalità telematica, all’INPS ed è corrisposta al ricorrere di tutti i requisiti e le condizioni previste, compresa la cessazione dell’attività lavorativa, oltreché all’esito del positivo riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio e del relativo monitoraggio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,