Pensione anticipata per chi assiste il familiare con legge 104, riduzione sugli anni di lavoro

Pensione anticipata per "Caregiver" per il familiare con legge 104, sono previste riduzioni di anni di lavoro anche se il familiare è morto?

di , pubblicato il
assistenza familiare legge 104 e part-time

Pensione anticipata per chi assiste il familiare disabile con legge 104, analizziamo il quesito di un nostro lettore: Buongiorno, le vorrei porre un quesito di cui non riesco a trovare bene risposta. Mio marito ha assistito suo padre fino alla morte usufruendo della legge 104. Noi abitiamo e abitavamo allora nella stessa abitazione del suocero ma non avevamo allora lo stato di famiglia insieme.

Ora il suocero è morto da alcuni anni e io e mio marito abbiamo la suocera senza 104.  Secondo i calcoli mio marito potrebbe andare in pensione fra 3 anni. Ora le chiedo: in fede della 104 avuta per il padre potrebbe avere una riduzione degli anni di lavoro e andare in pensione prima? Grazie mille della sua risposta. Distinti saluti.

Pensione anticipata per chi assiste il familiare con legge 104

Pensione anticipata Caregiver è una possibilità concessa con l’Ape Sociale e la Quota 41 per i lavoratori precoci. Queste due misure prevedono la figura del Caregiver familiare, che consiste nel lavoratore che si occupa del familiare con handicap grave secondo la legge 104 art. 3 comma 3. In entrambe le misure pensionistiche viene richiesta la convivenza con il familiare d’assistere almeno da sei mesi. Viene precisato che se viene a mancare il requisito di assistenza perché muore il familiare, il diritto viene meno se non si è presentata in tempo la domanda di pensionamento. Nel caso specifico, le agevolazioni sono previste per il familiare da assistere in vita con handicap grave che è possessore della legge 104 art. 3 comma 3. Non sono previste ulteriori riduzioni degli anni di lavoro. Analizziamo in breve i requisiti per accedere alla Pensione anticipata Ape sociale e i benefici lavoratori precoci Quota 41.

Pensione anticipata Ape Sociale

L’Ape Sociale è stato prorogato per tutto il 2019, possono accedervi i lavoratori che hanno un’età anagrafica di 63 anni e nel caso del “caregiver” 30 anni di contributi. L’Ape sociale si configura in un assegno ponte a carico dello stato, fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia. L’assegno pensionistico non può essere superiore a 1.500 euro mensili ed è percepito per 12 mensilità.

Per maggiori informazioni, consigliamo di leggere: Pensione quota 100 o Ape sociale, quale convenienza per il caregiver

Pensione Quota 41

La Quota 41 è riservata ai lavoratori precoci che hanno lavorato almeno un anno pari a 52 settimane contributive, prima del compimento del diciannovesimo anno di età. Devono aver maturato 41 anni di contributi e indipendetemente dall’età, potranno accedere alla pensione anticipata se si trovano nelle seguenti categorie di tutela: disoccupati; invalidi al 74%; Caregiver, lavoratori che svolgono mansioni gravose e usuranti. Per conoscere nel dettaglio i requisiti, consigliamo di leggere: Pensione anticipata Quota 41 e assistenza familiare con legge 104 (caregiver)

Conclusione

Non è prevista nessuna riduzione degli anni lavoratori in qualità di Caregiver, le uniche possibilità per anticipare il pensionamento sono quelle che le ho esposto. Nel caso specifico, lei comunque non può accedervi perchè  morendo il familiare possessore dell’handicap grave, è venuto meno il diritto di poter accedere con queste due misure.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,