Pensione anticipata lavoratore della vigilanza: 64 anni e 41 anni di contributi, quale pensione conviene?

Quali sono le possibilità per accedere alla pensione con 64 anni di età e 41 anni di contributi per lavoratori precoci e usuranti?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione anticipata lavori usuranti

Buona sera,

sono un lavoratore della vigilanza privata con 2171 settimane di contributi, sono nato il o1-11-1953 sono lavoratore precoce, quando posso andare in pensione? La ringrazio.

 

Per capire a quale tipo di prestazione pensionistica può accedere bisognerebbe sapere quante notti l’anno lavora. Le strade che si aprono, infatti, sono essenzialmente 3: la pensione a quote per i lavori usuranti, la quota 41 per i lavoratori precoci e l’Ape sociale.

Guardando al contratto della vigilanza privata ho visto che le notti mensili sono in media 80, se così fosse nel suo caso rientrerebbe in tutte e tre le casistiche di pensionamento.

Con 64 anni di età e 41,75 anni di contributi, infatti, può accedere sia all’Ape sociale come lavoro usurante (ma a questo punto, potendo entrare nella quota 41 o la pensione a quote degli usuranti glielo sconsiglio essendo l’Ape sociale corrisposta per 12 mensilità e non per 13 l’anno) ma anche ad altre forme di pensionamento.

Quota 41 lavoratori precoci

Essendo un lavoratore precoce con più di 41 anni di contributi può accedere alla quota 41 per i lavoratori precoci in qualità di lavoratore usurante per il lavoro notturno se risponde a uno dei seguenti requisiti:

  •  lavoratori notturni che possano far valere una determinata permanenza nel lavoro notturno, con le seguenti modalità: lavoratori a turni, che prestano la loro attività di notte per almeno 6 ore, comprendenti l’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per un numero minimo di giorni lavorativi annui non inferiore a 78 per coloro che perfezionano i requisiti per l’accesso anticipato nel periodo compreso tra il 1° luglio 2008 ed il 30 giugno 2009, e non inferiore a 64, per coloro che maturano i requisiti per l’accesso anticipato dal 1° luglio 2009;
  • lavoratori che prestano la loro attività per almeno 3 ore nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per periodi di lavoro di durata pari all’intero anno lavorativo.

Pensioni a quote per i lavoratori usuranti

In alternativa può accedere alla pensione con le quote per i lavoratori usuranti per la quale è richiesto un minimo contributivo di almeno 35 anni di contributi ed un’età minima di 60 anni, requisiti che rispetta in pieno entrambi. Per approfondire può leggere il seguente articolo: Pensioni lavori usuranti: quali benefici ci sono?

Per dubbi e domande contattami: [email protected]

Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, News pensioni, Pensioni lavori usuranti, Quota 41