Pensione anticipata e quota 96: La Mia Pensione non consente l’uscita a 64 anni

La Mia Pensione non tiene conto dei quota 96 e non permette il calcolo della pensione anticipata a 64 anni.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
La Mia Pensione non tiene conto dei quota 96 e non permette il calcolo della pensione anticipata a 64 anni.

I lavoratori e le lavoratrici dipendenti del settore privato, grazie all’articolo 24, comma 15bis, del DL numero 201 del 2011 possono accedere alla pensione anticipata al compimento dei 64 anni come deroga alle norme introdotte dalla Riforma Fornero. Per poter fruire del trattamento previdenziale anticipato i lavoratori devono, entro il 31 dicembre 2012, aver raggiunto contestualmente i seguenti requisiti:

  • almeno 60 anni di età
  • 35 anni di contributi
  • Perfezionamento della quota 96

Possedendo tutti i requisiti sopra elencati alla data del 31 dicembre 2012, al compimento del 64esimo anno di età il lavoratore può accedere alla pensione anticipata. (per le lavoratrici i requisiti possono essere raggiunti con 60 anni di età e 20 anni di contributi sempre alla stessa data). Ma i lavoratori che intendano fruire del pensionamento anticipato a 64 anni devono fare attenzione poiché il programma di calcolo messo a disposizione dall’Inps, “La Mia Pensione” non contempla tra le varie opzioni quella dell’uscita anticipata a 64 anni, quindi, anche per quei lavoratori che hanno raggiunto i requisiti alla data richiesta, l’uscita dal mondo del lavoro è prevista a 66 anni. A segnalarlo diversi utenti ed operatori del settore che fanno presente l’anomalia del programma di calcolo. L’anticipo della pensione concesso eccezionalmente in parola, prevede un vantaggio dell’anticipo della pensione di circa 2 anni rispetto ai requisiti richiesti dalla Legge Fornero (che permette il pensionamento a 66 anni più l’adeguamento della speranza di vita). Il beneficio in parola non è concesso ai lavoratori autonomi e a quelli del settore pubblico. Si ricorda, però, che anche il requisito dei 64 anni si deve adeguare alla stima di vita Istat e quindi se nel 2012 erano 64 anni, nel 2013 64 ani e 3 mesi mentre dal 2016 il requisito sale a 64 anni e 7 mesi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quota 96