Pensione anticipata e contributi volontari utili al requisito contributivo

Pensione anticipata e contributi volontari utili al requisito contributivo dei 35 anni richiesti, è possibile con l'Opzione donna prorogata nel 2019?

di , pubblicato il
ricongiunzione contributi liberi professionisti

Pensione anticipata Opzione donna con la copertura dei buchi contributivi e con il versamento dei contributi volontari, analizziamo quando è possibile, rispondendo al quesito di una nostra lettrice: Buongiorno, sono una dipendente pubblica (Comune), mi sto apprestando a fare domanda per usufruire dell’opzione donna. Nella verifica dei contributi, ho scoperto quattro mesi inerenti ad anni precedenti (1977 e 79 , e 1992). Posso pagare volontariamente i contributi per poter raggiungere il requisito? Se fattibile in che modo si può effettuare il versamento, in quanto prima di passare sotto gestione Inps eravamo Inpdap? Grazie mille.

La normativa sulla valutazione della contribuzione utile per il perfezionamento dei 35 anni, stabilisce il limite di 52 settimane annue, sono utili i contributi a qualsiasi titolo accreditati (obbligatori, da riscatto e/o da ricongiunzione, volontari, figurativi). Tranne quelli per indennità di disoccupazione e malattia.

Quindi i contributi volontari per coprire i buchi dei contributi sono utili al raggiungimento dei 35 anni.

Contributi volontari utili alla pensione

È possibile raggiungere il requisito contributivo richiesto dalle varie forme pensionistiche con il versamento a carico del lavoratore di contributi volontari che son utili sia al diritto sia alla misura pensionistica scelta. Possono fare richiesta dei contributi volontari i lavoratori:

dipendenti e autonomi iscritti all’AGO, parasubordinati iscritti alla Gestione Separata, liberi professionisti, lavoratori dei fondi speciali di previdenza, titolari di assegno ordinario di invalidità o di pensione di reversibilità.

L’Inps deve autorizzare il versamento dei contributi volontari, il lavoratore deve fare una domanda all’ente dimostrando di aver maturato un’anzianità contributiva di almeno cinque anni.

Inoltre, il rilascio da parte dell’ente è subordinato alla cessazione o interruzione dell’attività lavorativa. Infatti, chi sta lavorando non può fare domanda del pagamento di contributi volontari.

La domanda va presentata in modalità telematica sul portale Inps con le credenziali di accesso, oppure tramite un patronato o contact center al numero 803 164.

Conclusione

Deve rivolgersi ad un patronato e fare richiesta della copertura dei periodi scoperti con la contribuzione volontaria. L’Inps le comunicherà l’accettazione dell’istanza con i pagamenti da effettuare.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,