Pensione anticipata contributiva: ecco chi può beneficiarne

Alla pensione anticipata contributiva possono accedere i lavoratori che non hanno contributi versati al 31 dicembre 1995 o quelli iscritti alla Gestione Separata. Ecco perchè.

di , pubblicato il
Alla pensione anticipata contributiva possono accedere i lavoratori che non hanno contributi versati al 31 dicembre 1995 o quelli iscritti alla Gestione Separata. Ecco perchè.

La pensione anticipata contributiva a 63 anni e 7 mesi calcolata con il metodo contributivo spetta soltanto a coloro che hanno versato nel sistema contributivo puro.

I requisiti da rispettare per poter accedere a questo tipo di prestazione sono:

  • un età di almeno 63 anni e 7 mesi
  • 20 anni di contributi effettivi versati nel sistema contributivo puro
  • L’ammontare dell’assegno ottenibile deve superare di 2,8 volte l’assegno sociale (importo minimo, quindi, di 1255 euro mensili).

Pensione anticipata contributiva: chi può richiederla?

Questo tipo di prestazione, quindi, è riservata ai soli lavoratori che non sono in possesso di anzianità contributiva alla data del 31 dicembre 1995. Per i lavoratori che alla data del 31 dicembre 1995 erano in possesso di anzianità contributiva il beneficio non può essere utilizzato poichè si ricade nel sistema misto.

L’Inps con la circolare numero 184 del 2015 ha, però, specificato che la pensione anticipata contributiva può essere richiesta anche da lavoratori che avevano contributi versati prima del 1996. Gli unici lavoratori che, in possesso di contributi prima del 1996, possono accedere alla pensione contributiva pure sono quelli iscritti alla Gestione Separata. Liberi professioni, lavoratori autonomi, parasubordinati, Co.co.co., chi ha fruito di voucher per lavoro accessorio,  a tutti questi lavoratori viene data la possibilità di cumulo dei contributi appartenenti a fondi diversi  nella Gestione Separata per fare in modo che si ottenga un’unica pensione.

La Gestione Separata, però, può dare luogo ad un trattamento pensionistico calcolato con il solo contributivo e l’intera contribuzione versata dal lavoratore, quindi, rientrerebbe nel contributivo puro. La pensione anticipata contributiva, quindi, che è riservata ai lavoratori che utilizzano il contributivo puro, può essere richiesta anche dai soggetti che al 31 dicembre 1995 risultano avere contributi già versati e che dovrebbero essere calcolati con il sistema retributivo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.