Pensione anticipata: con il nuovo governo potrei perdere il diritto alla pensione?

Il governo potrebbe cambiare la pensione anticipata esistente?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione anticipata APE

Buongiorno, scusi il disturbo, io sono molto preoccupata. Io il 1 dicembre 2019 dovrei andare in pensione con 42 e 3 mesi compresi di figurativi con 58 anni di età. Da gennaio 2018 sono in Naspi per cui mi aggancerei l’anno prossimo alla pensione, ma se le cose cambiano col probabile nuovo governo potrei non andarci piú in pensione?

Grazie per l’attenzione, attendendo risposta porgo cordiali saluti.
Il nuovo governo sta parlando di introdurre nuove possibilità di pensionamento come la quota 100 e la quota 41 per tutti e non di modificare le possibilità di pensionamento esistenti. In nessun caso si è parlato, infatti, di un superamento della pensione anticipata esistente o di una sua variazione se non nell’aumento dell’età contributiva, già prevista dalla Legge Fornero, che scatterà il 1 gennaio 2019.
Se lei matura i requisiti il 1 dicembre 2019, comprensivi già dell’aumento dell’età pensionabile, non vedo quale dovrebbe essere la sua preoccupazione nel non poter andare in pensione. Si tranquillizzi pure, dal 1 gennaio 2020 percepirà la sua pensione senza nessun problema poiché qualsiasi cambiamento che il nuovo governo introdurrà non andrà a modificare la pensione di vecchiaia e quella anticipata esistenti.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensioni anticipate

I commenti sono chiusi.