Pensione anticipata con contributi volontari, che faccio li pago o aspetto?

Pensione anticipata, non sono entrato nella Quota 41, adesso disoccupato, cosa faccio pago i contributi volontari o aspetto la nuova riforma?

di Angelina Tortora, pubblicato il
Pensione anticipata lavoratori precoci

Pensione anticipata: Gentile Angelina Tortora. Chiedo informazione inerente pensione.  Ho 59 anni, 42 anni e mesi 1 di contributi versati. Precoce. Disoccupato. Da anni 2. Fatta domanda a INPS bocciata. Autorizzato per i versamenti volontari: adesso le chiedo se ho diritto alla pensione cosa devo fare. Se mi puo’ dare qualche informazione. La ringrazio anticipatamente.

Lei è precoce, non chiarisce nell’email il motivo del rifiuto della domanda di pensione con i benefici lavoratori precoci Quota 41. Analizziamo quali sono i requisiti richiesti per la quota 41 precoci.

Pensione anticipata lavoratori precoci

Il beneficio spetta ai lavoratori dipendenti ed autonomi iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) ed alle sue forme sostitutive ed esclusive, con almeno un anno di contribuzione, tradotto in mesi (12), settimane (52) e giorni in riferimento alla gestione di appartenenza, per periodi di lavoro effettivo svolti prima del compimento del 19° anno di età e che sono nelle seguenti condizioni:

  • lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione per cessazione del rapporto di lavoro a seguito di licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che non percepiscono più da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione loro spettante.

Possono accedere alla pensione anticipata i lavoratori precoci, indipendentemente dall’età, che si trovano in particolari situazioni e che hanno almeno 41 anni di contributi versati.

Contributi volontari nella Quota 41

E’ possibile versare i contributi volontari per raggiugere i 41 anni per la pensione dei precoci. Bisogna considerare che la quota 41 è legata all’aspettativa di vita e questo comporta che la quota 41 va aggiornata con gli scatti delle aspettative di vita, quindi nel 2019 gli anni di contribuzione saranno 41 anni e cinque mesi.

Ricordiamo che i lavoratori che svolgono lavoro gravoso e usurante, in presenza della condizioni di legge, sono esonerati dai 5 mesi di innalzamento dei requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia e contributivi per la pensione anticipata previsti a decorrere dal 1 gennaio 2019.

Pensione anticipata indipendentemente dall’età

Lei potrebbe accedere alla pensione anticipata cui fino al 31 dicembre 2018, è possibile fare domanda indipendentemente dall’età con 42 e 10 mesi (uomini) e 41 e 10 mesi (donne) di contributi. Dal 1° gennaio 2019 ci sarà l’innalzamento di cinque mesi per aspettativa di vita, introdotto dalla legge Fornero, il requisito diventa per gli uomini 43 anni e 3 mesi, per le donne 42 e 3 mesi.

Si parlava della modifica della legge Fornero, da inserire nella legge di Bilancio 2019. Tale modifica riguarda l’abolizione dell’adeguamento alla speranza di vita dell’età pensionistica. Quindi, in teoria, sarebbero aboliti i cinque mesi in più del requisito contributivo richiesto per accedere alla pensione anticipata. Con questa modifica i lavoratori potranno accedere al pensionamento con i requisiti del 2018, ed esattamente 42 anni e 10 mesi anche per il 2019. Purtroppo ad oggi non si sa ancora nulla, c’è molta confusione sulla nuova riforma pensione.

Stando alla situazione attuale, lei dovrà coprire i contributi volontari fino a 43 anni e 3 mesi per accedere alla pensione anticipata indipendentemente dall’età.

Nuova Quota 41 per tutti o Quota 42

La misura prevista dal nuovo contratto di Governo la Quota 41 per tutti, dalle ultime indiscrezioni, non verrà inserita nella legge di Bilancio 2019, ma forse verrà considerata il prossimo anno.

Quindi anche qui il mio consiglio è quello di pagare i contributi e se non è possibile accedere alla pensione lavoratori precoci Quota 41 perchè non ha i requisiti, di accedere nel 2019 alla pensione anticipata versando i contributi volontari.  Poi spero a breve si saprà qualcosa di certo sulla nuova riforma e sulla modifica alla Legge Fornero.

Petizione Quota 100 (età+contributi), Quota 41 per tutti e Quota 35

Pensione Quota 100 (età+totale contributi) senza paletti e vincoli, solo una semplice somma algebrica. Quota 41 per tutti, precoce o non precoce, solo e semplicemente 41 anni di contributi, bastano e sono sufficienti per andare in pensione. Quota 35 per chi assiste il  familiare con handicap grave. Queste sono le richieste di chi lotta per i propri diritti, lesi da troppo tempo da riforme sbagliate come la Legge Fornero, i lavoratori italiani chiedono solo che le promesse fatte in sede elettorale vengano mantenute, inoltre viene inserita come proposta una figura importante il “Caregiver“, il diritto di poter accudire i propri cari affetti da handicap grave.

Ho redatto e pubblicato la petizione a nome dei tanti lettori che mi scrivono, spero che la vostra voce venga ascoltata…

E’ possibile firmare qui la petizione: Pensione Quota 100 (età+contributi), Quota 41 per tutti, Quota 35 Caregiver,il cambiamento

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti Pensione Anticipata, News pensioni, Pensioni anticipate