Pensione anticipata con 61 anni e 41 anni di contributi: è possibile l’accesso?

Quali possibilità di pensionamento per chi ha 61 anni di età e 41 anni di contributi?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione usurante la certificazione

Buongiorno, mi chiamo Paolo, ho 61 anni e 41 di contributi, sono un disegnatore e lavoro in una ditta privata.

Potrei già andare in pensione?

Con l’attuale normativa possibilità di pensionamento immediato per lei non ce n’è. Il modo più veloce, sempre stando alla normativa attuale, è quello di raggiungere i requisiti necessari alla pensione anticipata, ovvero 43 anni e 3 mesi di contributi (necessari dal 2019).

Ovviamente se il governo dovesse introdurre le due nuove prestazioni pensionistiche di cui tanto si sta parlando in questo periodo avrebbe due altre alternative da scegliere: la quota 100 e la pensione con 41 anni di contributi per tutti. Al momento si tratta solo di ipotesi che non sono state attuate anche se il governo sembra aver promesso un’attuazione della quota 100 entro gennaio 2019 e della pensione con 41 (o 42 ancora non si sa) anni di contributi entro il 2020.

Con la quota 100 le mancherebbero, in ogni caso, almeno 3 anni al pensionamento poiché da quel che si dice i requisiti per l’accesso dovrebbero essere di 64 anni di età unitamente ad almeno 36 anni di contributi (entrambi i paletti, infatti, vanno rispettati).

Per la pensione con 41 (o 42) anni di contributi con tutti, avrebbe, invece, i requisiti di accesso ma dovrà, in ogni caso, attendere il decreto attuativo se la misura verrà realizzata.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensioni anticipate