Pensione anticipata Ape Volontaria, accesso negato per chi ha debiti

Pensione anticipata Ape Volontaria, per chi ha debito con il Fisco e i vari enti, la pensione non viene riconosciuta, le indicazioni nel decreto attuativo, strette sempre più difficili per i lavoratori.

di , pubblicato il
Pensione anticipata Ape Volontaria

Pensione anticipata Ape Volontaria, il quesito di un nostro lettore:

Sono un lavoratore autonomo con p.iva dal 1975 ho versato 40 di contribuzione e stavo pensando dopo il mese di maggio di inoltrare domanda di ape anticipata, giusto 3 anni e sette mesi prima della data naturale di pensionamento senza dover chiudere la mia attività. Alla luce degli accordi tra governo e banche e assicurazioni leggo che oltre ai requisiti di legge previsti per tale accesso pensionistico, le banche hanno facoltà di non concedere il finanziamento a chi risulta cattivo pagatore o con pegni verso le banche.

Premesso che io sono per una sola banca iscritto al cri come cattivo pagatore. Ma mi domando quando le banche sono inadempienti cioè cattivi pagatori verso i risparmiatori (vedi banca Etruria ecc.) lo stato garantisce con soldi pubblici la loro insolvenza, mentre ora che a me mi certifica il mio diritto alla pensione e chiederò poi alle banche convenzionate il mio credito non mi verrà corrisposto perché cattivo pagatore, ma mi sembra una incongruenza, è una ingiustizia non potervi accedere. Il sottoscritto si è trovato non volendo nel vortice della crisi economica che mi ha reso incapace a dover onorare il mio impegno bancario, cosi come tanti miei colleghi, ma una cosa è certo che io ho pagato 40 anni di contributi e dovrò forse aspettare il termine naturale per andarmene in pensione solo perché le banche in Italia possono fare il bello è il cattivo tempo quando vogliono e con chi vogliono. Mi dia qualche speranza in merito visto che posso solo sperare in questo mio diritto concretizzarsi per avere una entrata economica per aiutarmi a sopravvivere a questo senso di i giustizia avallato dallo Stato  stesso. La ringrazio e buon lavoro

Risposta

Il decreto attuativo sull Ape Volontario, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, prevede condizioni vincolanti per le persone con debiti, in particolare la normativa detta le seguenti specifiche: debiti con banche; se il contribuente è registrato negli archivi della centrale rischi; avere in corso procedure di sovraindebitamento; pignoramenti in corso; protesti.

I debiti estinti prima della domanda Ape Volontario, il problema non sussiste. Purtroppo, l’anticipo pensionistico ha dei requisiti vincolanti,  e chi si trova nelle situazioni sopra menzionate, difficilmente potrà aderire all’Ape Volontario.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”.

Fonte:

Gazzetta Ufficiale n. 248: Gazzetta Ufficiale

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,