APE SOCIAL

Pensione anticipata, APE Sociale, l’INPS pubblica le FAQ, tutte le novità e i chiarimenti (parte seconda)

Pensione anticipata - Ape sociale, l'INPS pubblica le domande e risposte di carattere generale, ecco tutte le novità e le precisazioni in materia (Parte seconda).

Condividi su
Seguici su
di Angelina Tortora, pubblicato il
Pensione anticipata - Ape sociale, l'INPS pubblica le domande e risposte di carattere generale, ecco tutte le novità e le precisazioni in materia (Parte seconda).

Pensione anticipata, APE Sociale, l’INPS pubblica le FAQ (domande e risposte) di carattere generale.

E’ possibile leggere qui, la prima parte: Pensione anticipata, APE Sociale, l’INPS pubblica le FAQ, tutte le novità e i chiarimenti (parte prima)

Pensione, le FAQ APE Sociale (parte seconda)

Caratteristiche per condizioni soggettive

Requisiti e condizioni per le ipotesi di cui alla lettera a): stato di Disoccupazione/tipologia cessazione/percezione trattamento di disoccupazione ed inoccupazione

Tipologia di rapporto di lavoro da cessare

12. Un commerciante 63 anni, 30 anni di contributi, cede l’attività e rimane senza lavoro per 3 mesi, avrebbe diritto all’APE Sociale?

Risposta

L’ape sociale è concessa ai soggetti che, oltre ad essere in possesso di determinati requisiti anagrafico/contributivi, siano in particolari condizioni previste dalla legge (disoccupazione, assistenza a soggetto con handicap grave, invalido al 74%, lavoratore che svolge attività c.d. “gravose”) ed abbiano cessato l’attività lavorativa. Nel caso esposto la semplice cessazione di attività commerciale seguita da tre mesi di inoccupazione non è sufficiente al riconoscimento del beneficio. 13. Un lavoratore autonomo che ha cessato l’attività, può presentare domanda di APE sociale?

Risposta

L’ape sociale è concessa ai soggetti che, oltre ad essere iscritti alle gestione espressamente indicate dalla legge e ad essere in possesso di determinati requisiti anagrafico/contributivi, siano in particolari condizioni previste dalla legge (in breve: in stato di disoccupazione, che assiste un soggetto con handicap grave, invalido al 74%, lavoratore che svolge attività c.d. “gravose”) ed abbiano cessato l’attività lavorativa. Nel caso indicato, anche se l’ape sociale è applicabile anche agli iscritti alla gestioni speciali dei lavoratori autonomi, la semplice cessazione di attività commerciale non è sufficiente al riconoscimento del beneficio.

Soggetto che non ha percepito la prestazione di disoccupazione

14. In caso di licenziamento individuale o collettivo, il soggetto deve aver terminato la indennità di disoccupazione legata a quel licenziamento e deve essere trascorso un periodo di inoccupazione non inferiore a tre mesi. Ma nel caso di soggetto inoccupato che non ha percepito e non percepisce Naspi perché non può accedere a tale prestazione, lo stesso, può presentare istanza per accedere all’APE sociale in quanto inoccupato?

Risposta

No, ai fini della presentazione della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso per l’ape sociale è indispensabile aver goduto interamente della prestazione di disoccupazione ed avere lo status di disoccupato per almeno tre mesi dopo il termine della stessa (i tre mesi di disoccupazione al termine del trattamento sono valutabili in via prospettica) . Il beneficio non si estende ai soggetti semplicemente inoccupati che non abbiano diritto a conseguire alcuna prestazione di disoccupazione per mancanza dei requisiti necessari ai sensi della normativa vigente.

15. Si chiede se rientrano nei possibili destinatari dell’Ape Sociale i lavoratori disoccupati secondo le fattispecie previste ma che – a vario titolo (il soggetto non era destinatario della specifica assicurazione al momento del licenziamento, ovvero non aveva il requisito di contribuzione, ovvero non ne abbia fatto domanda) – non hanno goduto di alcun trattamento per disoccupazione.

Risposta

No, ai fini della presentazione della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso per l’ape sociale è indispensabile aver goduto interamente della prestazione di disoccupazione ed avere lo status di disoccupato per almeno tre mesi dopo il termine della stessa (i tre mesi di disoccupazione al termine del trattamento sono valutabili in via prospettica.) Il beneficio non si estende ai soggetti semplicemente inoccupati che non abbiano diritto a conseguire alcuna prestazione di disoccupazione per mancanza dei requisiti necessari per espressa disposizione normativa.

16. Un soggetto che non abbia goduto affatto della prestazione di disoccupazione perché non l’ha richiesta nei termini oppure perché non ne aveva i requisiti può comunque richiedere l’accesso al beneficio di Ape sociale, nel caso l’attività lavorativa risulti cessata per uno dei tre motivi indicati rispettivamente all’art.2, comma 1 lett.a) del DPCM n.88/2017 e art.3, comma 1 lettera) del DPCM n.87/2017?

Risposta

No, ai fini della presentazione della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso per l’ape sociale è indispensabile aver goduto interamente della prestazione di disoccupazione ed avere lo status di disoccupato per almeno tre mesi dopo il termine della stessa (i tre mesi di disoccupazione al termine del trattamento sono valutabili in via prospettica). Il beneficio non si estende ai soggetti semplicemente inoccupati che non abbiano diritto a conseguire alcuna prestazione di disoccupazione per mancanza dei requisiti necessari per espressa disposizione normativa.

Tipologia di cessazione richiesta

Dimissioni per giusta causa

7. Le dimissioni per giusta causa vengono date con la metodologia attualmente in vigore delle dimissioni on line. E’ necessario indicare le stesse causali previste per la NASPI?

Risposta

Alla domanda di riconoscimento delle condizioni per l’Ape sociale, come richiesto dall’articolo 5 del d.P.C.M., va allegata la lettera di dimissioni per giusta causa che ha rappresentato il presupposto per la concessione della Naspi.

Pagine: 1 2 3

Condividi su
Seguici su
Argomenti: Ape Social

I commenti sono chiusi.