Pensione anticipata Ape Social: istruzioni Inps per lavori gravosi, madri, caregiver e disoccupati

Ape Social: regole pensione anticipata gratis per lavori gravosi, madri, caregiver e disoccupati.

di , pubblicato il
Ape Sociale

L’Inps con circolare numero 34 del 23 febbraio 2018 ha fornito istruzioni più specifiche per la domanda Ape Social, ovvero la pensione anticipata gratuita riservata ad alcune categorie di lavoratori. Di seguito tutti i casi particolari.

Ape Social disoccupati: requisiti e lavori ammessi

La Legge di Bilancio 2018 ha inserito i disoccupati involontari, ad esempio per scadenza del contratto a termine, nella platea dei potenziali beneficiari Ape Social.

Condizione fondamentale è aver avuto, nei 36 mesi precedenti alla cessazione del rapporto, periodi di lavoro subordinato lunghi almeno 18 mesi nonché aver concluso da almeno tre mesi il godimento della prestazione di disoccupazione loro spettante. Nella circolare in allegato l’Inps ha fornito chiarimenti sul computo dei 36 mesi spiegando inoltre che i 18 mesi considerati possono anche non essere consecutivi e chiarendo che lo svolgimento dopo la prestazione di disoccupazione, di attività lavorative che non compromettano questo status, non sospende il decorso dei tre mesi.

Ape Social caregiver: condizioni e chiarimenti

Paragrafo a parte viene dedicato all’Ape Social per i caregiver, ovvero i soggetti che si prendono cura di parenti conviventi entro il secondo grado o affini affetti da grave handicap, da almeno sei mesi (continuativi). Per il riconoscimento e l’accesso all’Ape Social è inoltre necessario che siano mancanti (sia da un punto di vista fisico che giuridico) parenti di primo grado o che questi abbiano più di 70 anni, siano a loro volta affetti da patologie invalidanti.

Lavori gravosi, pensione anticipata: istruzioni Inps

In merito al riconoscimento delle mansioni gravose che danno diritto all’Ape Social, nella circolare in analisi l’Inps precisa che queste debbano essere svolte per sette anni negli ultimi dieci oppure sei negli ultimi sette. Rilevano sia i periodi coperti da contribuzione obbligatoria riferita all’attività gravosa che i periodi in cui è stata accreditata contribuzione figurativa.

Pensione anticipata lavoratrici mamme: novità

Le donne con figli godono di una ulteriore riduzione dei requisiti contributivi per l’accesso all’Ape Social fino ad un massimo di due anni.

Qui trovi in allegato la circolare con le ultime istruzioni Inps in merito ai casi particolari di accesso all’Ape Social.

Argomenti: ,