Pensione anticipata a 64 anni ai quota 96: quanto costa?

Quanti lavoratori in più interesserebbe la pensione anticipata a 64 anni se fosse coinvolto il pubblico impiego?

di , pubblicato il
Quanti lavoratori in più interesserebbe la pensione anticipata a 64 anni se fosse coinvolto il pubblico impiego?

Il Ministero del Lavoro fornisce quelli che sono i dati relativi alla possibile estensione della pensione anticipata a 64 anni per i quota 96, ovvero per i lavoratori che hanno maturato entro il 2012 i diritti di accesso al pensionamento con la quota 96 (o i 60 anni di età unitamente a 20 anni di contributi). I dati vengono forniti a seguito di un’interrogazione parlamentare dell’onorevole Gnecchi circa l’articolo 24, comma 15-bis del decreto legge 201 del 2011.   Con le relazioni sulla legge Fornero si erano stimati circa 55mila soggetti che potevano rientrare all’accesso alla pensione con un età di 64 anni, tali soggetti erano stati individuati nei lavoratori dipendenti del settore privato che avevano maturato nel 2012 i requisiti per il diritto alla pensione.   Per estendere tale possibilità ai lavoratori del pubblico impiego e ai lavoratori autonomi, quindi, si è reso necessario chiedere una stima al Ministero circa i costi dell’operazione.   I lavoratori autonomi che potrebbero essere coinvolti nel rispondere al requisito specifico della quota, che si ottiene sommando età anagrafica e anzianità contributiva, prevista per il 2012, era una quota 97 con almeno 61 anni di età, tale valutazione può essere riferita quasi esclusivamente ai nati nell’anno 1952.   Per quel che riguarda, invece il pubblico impiego la stima effettuata dall’Inps su una proposta di modifica normativa permetterebbe, ipotizzando l’entrata in vigore dal 1 gennaio 2016, determinerebbe la possibilità di accesso alla pensione a 64 anni per le donne che nel 2012 avevano almeno 60 anni di età e almeno 20 anni di contributi e per gli uomini che avevano raggiunto nel 2012 la quota 96 con almeno 60 anni di età e 35 di contributi.   Tale modifica porterebbe ad estendere il numero di lavoratori interessati del comparto pubblico pari a 44300 unità con un importo annuo della pensione pari a 28650 euro.

Argomenti: , ,