Pensione all’estero, conviene di più il Portogallo o la Tunisia?

Pensionati all'estero: Portogallo e Tunisia tra le mete più gettonate. Ecco perché. Vantaggi e confronto.

di , pubblicato il
Pensionati all'estero: Portogallo e Tunisia tra le mete più gettonate. Ecco perché. Vantaggi e confronto.

Tunisia e Portogallo sono tra i Paesi più gettonati tra i pensionati all’estero. Le due destinazioni, note anche come mete turistiche, presentano alcuni vantaggi in comune per chi sceglie di trasferirsi in pensione, legati al clima, al costo della vita e alle agevolazioni fiscali per i pensionati. Ma quale dei due Paesi è più conveniente per trasferirsi dopo la pensione all’estero? Facciamo un confronto.

Pensionati all’estero: scegliere la Tunisia o restare in Europa?

Il Portogallo, insieme a Malta e le isole Canarie, è tra i Paesi più gettonati tra i pensionati che decidono di andare all’estero restando però in Europa. Oltre ad una scelta strategica per quanto riguarda distanza e cultura simile alla nostra, incidono in questa classifica il clima e il costo della vita. Spostare la residenza in Portogallo inoltre dà diritto allo sgravio Irpef.

Leggi anche:

Pensione in Portogallo: vita e vantaggi fiscali

Pensione in Tunisia, i vantaggi per i dipendenti pubblici

La Tunisia è uno dei pochi Paesi in cui gli ex dipendenti pubblici possono ottenere la pensione al lordo dell’Irpef. Per quanto riguarda il costo della vita molto dipende, e anche in maniera sensibile, a seconda dei prodotti che si consumano perché se si comprano beni importati dall’Europa si pagherà di più. I servizi in loco hanno un prezzo inferiore che in Italia: la chiamata per idraulici, fabbri, etc, costa circa 20 euro mentre si spendono meno di 5 euro per il barbiere. Il livello della Sanità nelle cliniche private è buono e si può arrivare a risparmiare anche fino ad un terzo rispetto ai costi medi delle visite specialistiche in Italia.

Quello che forse spaventa di più della Tunisia rispetto all’Europa è la possibilità di integrarsi con la gente del posto, alla quale ora si unisce anche la paura degli attentati terroristici. A tal proposito valgono le considerazioni che avevamo fatto in questo articolo sugli effetti della paura del terrorismo per chi va a lavorare a Londra.

Leggi anche:

Pensione in Tunisia, ecco perché conviene

Argomenti: ,