Pensione agevolata, quando sorge il diritto

Chi ha diritto ad ottenere la pensione agevolata? Si parla di pensione agevolata per quei lavoratori che possono beneficiare di maggiori tutele ed agevolazioni.

di , pubblicato il
Chi ha diritto ad ottenere la pensione agevolata? Si parla di pensione agevolata per quei lavoratori che possono beneficiare di maggiori tutele ed agevolazioni.

Chi ha diritto ad ottenere la pensione agevolata? Si parla di pensione agevolata per quei lavoratori che possono beneficiare di maggiori tutele ed agevolazioni.

In particolare, c’è una platea di lavoratori alla quale viene riconosciuta la possibilità di accedere anticipatamente alla pensione tenendo conto dei problemi di salute che potrebbero aver cagionato la riduzione della capacità lavorativa.

Pensione agevolata: quali sono i requisiti necessari?

La normativa riconosce a certe categorie di lavoratori una maggior tutela, per questo motivo viene riconosciuta la possibilità di uscire anticipatamente dal mondo del lavoro, purché in possesso di determinati requisiti.

Pensione agevolata per lavoratori gravosi, usuranti e notturni

La pensione di vecchiaia agevolata per lavoratori gravosi, usuranti e notturni è una tipologia di pensione agevolata riconosciuta a favore di coloro che sono impegnati in mansioni gravose o usuranti, purché in possesso di almeno 30 anni di contributi.

Per i lavoratori usuranti e per coloro che svolgono turni notturni per almeno 78 giornate all’anno, l’età pensionabile è pari a 61 anni e 7 mesi, mentre il requisito contributivo è pari a 35 anni.

Per beneficiare dell’età pensionabile agevolata, i lavoratori gravosi devono:

  • non essere già beneficiari dell’Ape sociale;
  • possedere almeno 30 anni di contributi;
  • risultare addetti alle mansioni gravose per almeno 7 anni nell’ultimo decennio.

Pensioni Quota 41

La misura Quota 41 è rivolta ai cosiddetti lavoratori precoci, ovvero a tutti coloro che al compimento dei 19 anni di età hanno maturato 12 mesi di contributi.

Possono accedere a tale beneficio:

  • gli invalidi, con percentuale pari almeno al 74%;
  • i lavoratori precoci che sono disoccupati da almeno 12 mesi;
  • chi svolge lavori gravosi;
  • coloro che assistono una persona con grave disabilità.

Per accedere alla pensione anticipata bisogna aver maturato 42 anni e 10 mesi di contributi e non è richiesta alcuna età minima.

Essere lavoratori precoci non è sufficiente per avere accesso alla misura Quota 41, pensione anticipata agevolata con soli 41 anni di contributi.

Accedono di diritto a Quota 41 i lavoratori precoci che sono disoccupati da almeno 12 mesi, i caregiver (coloro che assistono una persona con grave disabilità), gli invalidi (con percentuale pari almeno al 74%) e gli addetti ai lavori gravosi.

Pensione di vecchiaia agevolata per i lavoratori invalidi

Per i lavoratori invalidi ci sono altre forme di accesso agevolato alla pensione oltre alla Quota 41.

Per i lavoratori iscritti all’AGO con invalidità non inferiore all’80% è consentito anticipare l’accesso alla pensione di vecchiaia a 55 anni (per le donne) o a 60 anni (per i lavoratori uomini).

I lavoratori non vedenti possono accedere alla pensione a 50 anni (per le donne) o a 55 anni (uomini). È richiesto il possesso del requisito contributivo pari a 20 anni per la pensione di vecchiaia.

 

Argomenti: ,