Pensione a 65 anni: c’è qualche possibilità?

Pensione a 65 anni, l'unica alternativa è l'Ape volontario.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione a 65 anni, l'unica alternativa è l'Ape volontario.

Grazie prima di tutto per leggermi. Ho 65 anni e trenta anni di contributi. C’è magari una proposta che parli di anzianità conclamata a 65 anni? Come posso fare io e quelli come me che hanno 65 anni e 30 anni di contributi per liberarsi e liberare un posto? Devo aspettare ancora due o tre anni? Mi basta sapere se qualcuno ha proposto qualcosa magari non si farà ma mi aiuta a sperare e a sopravvivere. Grazie di nuovo. Non mi cestini.

 

Purtroppo non esiste nessuna forma di pensione per anzianità conclamata che permetta di liberare i posti per i giovani ma potrebbe accedere alla pensione anticipata tramite l’Ape volontario che richiede un minimo di 63 anni e almeno 20 anni di contributi maturati.

La misura resterà in vigore fino al 31 dicembre e i requisiti per accedere al prestito pensionistico sono:

  • almeno 63 anni di età
  • almeno 20 anni di contributi versati
  • trovarsi a non più di 3 anni e 7 mesi dalla pensione di vecchiaia.

Dal 13 aprile 2018 è possibile presentare domanda per accedere al beneficio che si ottiene tramite un prestito bancario e consente l’uscita dal lavoro con quasi 4 anni di anticipo purchè si abbia maturato una pensione di almeno 1,4 volte il minimo Inps. Possono accedervi tutti i dipendenti pubblici, privati, lavoratori autonomi e iscritti alla gestione separata.

Si ricorda che l’importo dell’Ape volontario non può superare:

  • il 75% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’Ape è superiore a 36 mesi;
  • l’80% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’Ape è superiore a 24 e pari o inferiore a 36 mesi;
  • l’85% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’Ape è compresa tra 12 e 24 mesi;
  • il 90% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è inferiore a 12 mesi.

Non possono accedere al beneficio coloro che le banche ritengono “cattivi pagatori”

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti Ape volontaria, News pensioni, Prestito pensionistico - APE