Pensione a 63 anni e 7 mesi: possibile con il computo nella gestione separata

Quando è possibile accedere alla pensione con il computo nella gestione separata?

di , pubblicato il
Quando è possibile accedere alla pensione con il computo nella gestione separata?

Utilizzando il compunto nella gestione separata dei contributi versati nelle altre casse è possibile accedere alla pensione con 63 anni e 7 mesi di età unitamente a 20 anni di contributi versati.   A chiarire il funzionamento del beneficio è la circolara INPS numero 184 del 2015. Il computo nella gestione separata non va, però, confuso con le totalizzazione o con il cumulo dei contributi, entrambi gli istituti, infatti, permettono al lavoratore di far valere periodi contributivi presso l’AGO per pensione di invalidità, vecchiaia e ai superstiti per i lavoratori dipendenti sommando gratuitamente i contributi versati nell’AGO con quelli versati dopo il 1995 nella gestione separata per accedere al trattamento pensionistico.

  Il computo nella gestione separata, invece, è uno strumento normativo che permette di riunire gratuitamente tutti i contributi sparsi nelle gestioni delle previdenza pubblica per conseguire un’unica pensione e può essere esercitato da tutti coloro che possono dar valere periodi di contributi versati nell’AGO se in possesso di determinati requisiti.   Vediamo quali sono i requisiti richiesti per esercitare il computo nella gestione separata. Con il computo nella gestione separata si può accedere a diverse prestazioni previdenziali quali:

  • pensione di vecchiaia
  • pensione anticipata
  • assegno ordinario di invalidità
  • pensione di inabilità
  • pensione indiretta
  • pensione supplementare

 

Pensione con il computo dei contributi nella gestione separata

Poichè il pensionamento a 63 anni e 7 mesi è una prestazione che , unitamente a 20 anni di contributi versati, la legge Fornero riserva soltanto ai contributi puri, e dato che la gestione separata eroga soltanto prestazioni di natura contributiva permette l’accesso a questo tipo di pensionamento Per esercitareil computo nella gestione separata bisogna possedere i seguenti requisiti:

  • meno di 18 anni di contributi versati prima del 31 dicembre 1995 nell’AGO o in una gestione sostitutiva od esclusiva per poter accedere alla pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi con 20 anni di contributi versati e un assegno superiore a 1,5 volte l’assegno sociale
  • alla data del 31 dicembre 1995 almeno un contributo versato per accedere alla pensione di vecchiaia con 70 anni e 7 mesi ed almeno 5 anni di contributi effettivi
  • possedere almeno 15 anni di contributi di cui almeno 5 accreditati dopo il 1996 (con il contributivo) per accedere alla pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne indipendentemente dall’età anagrafica
  • maturare i requisiti contributivi dopo del punto precedente dopo il 1 gennaio 2012 per accedere alle pensione anticipata a 63 anni e 7 mesi unitamente a 20 anni di contributi versati e con un assegno che non sia inferiore a 2,8 volte l’assegno sociale (almeno 1250 euro al mese, quindi)

Se si è versato almeno un contributo nella gestione separata il calcolo dell’assegno avviene totalmente con il sistema contributivo  

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.