Pensionati all’estero: ecco come far valere di più la propria pensione

Come si fa a far valere di più la propria pensione emigrando all'estero?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Come si fa a far valere di più la propria pensione emigrando all'estero?

Che molti pensionati italiani non riescono ad arrivare alla fine del mese non è una novità e non le neanche che molti decidono di emigrare all’estero nella speranza di una vita più dignitosa dove la pensione basti al sostentamento. I pensionati che scelgono di lasciare la patria alla volta di Paesi esteri che offrano un regime fiscale ridotto sono molti e una delle scelte più gettonate è rappresentata dalle Canarie, isole abbastanza vicine all’Italia che fanno parte del territorio spagnolo e che godono del fatto di essere all’interno della Comunità Europea. I pensionati che decidono di trasferirsi nelle isole Canarie ricevono la pensione italiana dell’Inps al lordo delle tasse: non vengono applicate le imposte regionali, comunali e l’Irpef sull’assegno pensionistico e quindi risulta ben più sostanzioso. In questo arcipelago è possibile acquistare un appartamento bilocale con 80mila euro, il clima è caldo ma non afoso con temperature sempre tra i 20 e 30 gradi; proprio in virtù del clima non serve riscaldamento in casa e questo rappresenta un risparmio annuale di circa 1500 euro. Inoltre il costo della vita è più basso che in Italia considerando che la benzina costa 1,1 euro e il diesel 1 euro circa, che l’Iva è al 7% (sui generi alimentari più bassa) e che il carrello della spesa si riempie spendendo il 30% in meno rispetto all’Italia. Altra meta molto gettonata dai pensionati italiani sembra essere Panama che offre, oltre al clima caldo e quello che ne consegue in termini economici, un costo della vita che costa il 25% in meno rispetto all’Italia. I pensionati a Panama sono esentati dal pagamento delle tasse per 10 anni e godono, inoltre, di una tessera che permette loro di avere sconti su tutto del 10/15%. Il Venezuela anche se sembra una meta gettonata appare più rischioso: la vita costa decisamente meno che in Italia, riempire il carrello della spesa per una settimana costa 50 euro e una cena al ristorante costa sui 9 euro a persona. I pensionati che decidono di trasferirsi in Venezuela godono di alcune agevolazioni che permettono loro di avere il visto di residenza e l’assistenza sanitaria. I coti delle case sono contenuti e un appartamento con 2 camere, 2 bagni e terrazza sull’oceano costo sui 60mila euro in appartamenti con campi da tennis, piscina e portineria.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Welfare e previdenza

I commenti sono chiusi.