Pec obbligatoria per le ditte individuali

Obbligo anche per le ditte individuali di comunicare alla Camera di commercio un indirizzo Pec

di , pubblicato il
Obbligo anche per le ditte individuali di comunicare alla Camera di commercio un indirizzo Pec

Pec per le imprese individuali obbligatoria ai sensi del decreto sviluppo 2012 parte seconda, appena approvato dal Parlamento.

Pec per ditte individuali

Se l’obbligo di comunicare alla CCIIA un indirizzo di posta elettronica certificata era già in vigore per le società, ora con il decreto sviluppo 2012 parte seconda questo obbligo viene esteso alle ditte individuali. In particolare si introduce l’obbligo di comunicare alle CCIAA l’indirizzo della Pec per le imprese individuali che presentano domanda di prima iscrizione al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane successivamente alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto in oggetto.

Invece le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale, sono tenute a depositare, presso l’ufficio del registro delle imprese competente, il proprio indirizzo Pec entro il prossimo 30 giugno 2013. ( si veda il nostro articolo Posta elettronica certificata imprese.Obbligo di dotarsene entro il 2013

Cosa succede se non si ottempera all’obbligo?

Il decreto sviluppo 2012 bis a questo punto è molto chiaro, in quanto prevede che l’ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un’impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo PEC, in luogo dell’irrogazione della sanzione prevista dall’articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda sino ad integrazione della domanda con l’indirizzo PEC e comunque per quarantacinque giorni e trascorso tale periodo la domanda si intende non presentata.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Pec per tutti nel decreto sviluppo 2012.Le ultime novità

Argomenti: