Patatine in busta tossiche? Ecco le marche che superano il test acrilamide e quelle bocciate

Le patatine confezionate in busta potrebbero essere tossiche: ecco quali marche superano il test e quali no.

di , pubblicato il
Le patatine confezionate in busta potrebbero essere tossiche: ecco quali marche superano il test e quali no.

Le patatine in busta fanno male ma, in questo caso, non ci riferiamo al sale bensì ad una sostanza potenzialmente tossica riscontrata soprattutto nei sacchetti delle confezioni di alcune marche specifiche. La sostanza incriminata è l’acrilamide. A mettere in guardia sul consumo di patatine in busta, e sugli effetti potenzialmente dannosi per l’organismo, è stato uno studio dell’Abr (American Board of Radiology) di cui vi abbiamo parlato nell’articolo che potete leggere cliccando questo link.

Ma quali sono le marche più a rischio? Difficile rinunciare a questo sfizioso snack di tanto in tanto: piace anche ai bambini ed è immancabile per feste e aperitivi. E allora quantomeno si può scegliere bene. Non è una guida pubblicitaria quindi non vi diremo quali buste di patatine comprare ma vi elencheremo le marche che hanno superato il test e quelle che invece hanno fatto registrare la percentuale di acrilamide più alta.

Patatine in busta: le marche più a rischio tossicità

Tra le marche “bocciate” al test in analisi, ovvero quelle che hanno fatto registrare i valori di acrilamide più alti rispetto agli standard consentiti, troviamo le Crocchias classiche terranica e le Carrefour classiche. Superano invece l’analisi le Lays classiche senza glutine, Patasnack classica senza glutine e San Carlo 1936. In ogni caso invitiamo i consumatori a leggere sempre le indicazioni sulla confezione. “Sebbene sull’acrilammide la normativa dell’UE e nazionale, stranamente, non impone dei valori limite ben definiti – si legge nello studio – si rammenta che esistono delle linee guida dell’EFSA che indicano dei parametri ben chiari da rispettare e che quindi sarebbe consigliato non superare (1000 mcg/Kg)”. I dati riscontrati “evidenziano un chiaro superamento dei valori rispetto a quanto raccomandato”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.