Passaporto a domicilio, ecco come cambia il rinnovo

Dal 27 ottobre 2014 è possibile scegliere di ricevere il passaporto a casa o in ufficio senza recarti a ritirarlo in Questura: Poste Italiane tramite Posta Assicurata consegnerà il passaporto in tutta Italia all'indirizzo indicato sulla richiesta.

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Dal 27 ottobre 2014 è possibile scegliere di ricevere il passaporto a casa o in ufficio senza recarti a ritirarlo in Questura: Poste Italiane tramite Posta Assicurata consegnerà il passaporto in tutta Italia all'indirizzo indicato sulla richiesta.

Cambia la modalità di rilascio del passaporto che potrà essere spedito a casa dalle Poste. Dal 27 ottobre 2014 è in vigore la nuova procedura di rilascio del passaporto direttamente a domicilio, senza necessità di recarsi in questura. Il nuovo servizio è stato messo a punto dalle Poste.

Rinnovo passaporto: invio a casa con le Poste

Il passaporto verrà consegnato tramite Posta Assicurata e in una busta ad hoc. Il pagamento del servizio sarà contestuale alla consegna e il corrispettivo previsto sarà di 8,20 euro. Il servizio è attivo in tutta Italia, presso 182 uffici postali.

Richiesta passaporto elettronico: come fare

Il passaporto ha validità decennale. La richiesta di rinnovo prevede la compilazione del modulo con un documento di riconoscimento valido, due foto formato tessera recenti, la ricevuta del pagamento di 42,50 euro fatto con un bollettino postale sul conto corrente 67422808 intestato a Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Si ricorda che dal 24 giugno di quest’anno è stata abolita la tassa annuale e il passaporto è valido fino alla data di scadenza senza dover più pagare 40,29 euro l’anno. Si ricorda che il pagamento delle concessioni governative per il servizio di rilascio/rinnovo del passaporto elettronico tramite la rete degli uffici postali Sportello Amico, deve avvenire esclusivamente mediante l’utilizzo delle marche da bollo telematiche (come previsto nel DPR 26 ottobre 1972 n° 642 in ottemperanza alle disposizioni del Ministero dell’Interno e, conformemente con l’interpello n° 954 – 749/2008 PROT. N. 954-2009/7527 dell’11 febbraio 2009). Il pagamento può essere effettuato per mezzo di conti correnti postali solo in presenza di eventi eccezionali, quali sciopero dei rivenditori e gravi calamità naturali. Per chi volesse ricevere il passaporto a casa o in ufficio, dal 27 ottobre 2014, al momento della richiesta del passaporto si può chiedere la busta dedicata alla spedizione che può essere seguita on line sul sito www.poste.it tramite il codice identificativo rilasciato dalla questura. Potrebbe interessarti anche: Rilascio passaporto: tasse, bollo 2014. Ecco cosa cambia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Passaporto

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.