Partite Iva, in arrivo il nuovo bonus formazione di alto livello: cos’è e chi ne ha diritto

Arriva il nuovo bonus formazione di alto livello per le imprese. Trattasi di un credito d’imposta pari al 25% della spesa sostenuta

di , pubblicato il
Partite Iva, in arrivo il nuovo bonus formazione di alto livello

Il decreto Sostegni bis è in fase di conversione in legge e diversi sono gli emendamenti approvati i giorni scorsi dalla Commissione Bilancio della Camera nella seduta dell’8 luglio 2021, tra cui quello che istituisce il nuovo bonus formazione di alto livello.

Oltre questo, con altri emendamenti si dispone la proroga al 15 settembre 2021 della scadenza per il saldo 2020 e primo acconto 2021 di IRPEF, IRES, IRAP e imposte sostitutive per i soggetti ISA, forfettari e regime di vantaggio. Altro rinvio anche per le rate 2020 della rottamazione ter, del saldo e stralcio e della definizione agevolata.

Si estende il bonus affitti alle imprese del commercio al dettaglio con ricavi superiori ai 15 milioni di euro; si cancella l’IMU 2021 per gli immobili con blocco sfratto; si stanziano nuove risorse per i bonus auto (incentivi per la rottamazione e l’acquisto di auto con bassa emissione di CO2).

Bonus formazione di alto livello

Tra le novità previste in fase di conversione in legge del decreto Sostegni-bis rientra l’istituzione di un nuovo bonus formazione di alto livello. Si tratta di un credito d’imposta riconosciuto a tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal regime fiscale adottato e dal settore economico in cui si opera.

Il beneficio è pari al 25% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 30.000 euro per ciascuna impresa beneficiaria.

Deve trattarsi di spese affrontante per il periodo in cui il proprio dipendente è occupato nelle attività di formazione attraverso corsi di specializzazione e di perfezionamento di durata non inferiore a 6 mesi, svolti in Italia o all’estero, negli ambiti legati al 4.0, quindi, ad esempio:

  • big data e analisi dei dati
  • cloud e fog computing
  • cyber security
  • simulazione e sistemi cyber-fisici
  • prototipazione rapida
  • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale e realtà aumentata
  • robotica avanzata e collaborativa
  • interfaccia uomo macchina
  • manifattura additiva (o stampa tridimensionale)
  • internet delle cose e delle macchine
  • integrazione digitale dei processi aziendali.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,