Partite IVA, dalle semplificazioni IVA alle nuove sanzioni 2021

Nella Legge di Bilancio 2021 sono tante le novità riguardanti gli adempimenti fiscali delle Partite IVA: scopriamo in questa guida cosa cambia in materia di semplificazioni fiscali e di nuove sanzioni.

di , pubblicato il
Nella Legge di Bilancio 2021 sono tante le novità riguardanti gli adempimenti fiscali delle Partite IVA: scopriamo in questa guida cosa cambia in materia di semplificazioni fiscali e di nuove sanzioni.

Nella Legge di Bilancio 2021 sono tante le novità riguardanti gli adempimenti fiscali delle Partite IVA: scopriamo in questa guida cosa cambia in materia di semplificazioni fiscali e di nuove sanzioni.

Partite IVA 2021: semplificazioni fiscali nella Legge di Bilancio 2021

La nuova Legge di Bilancio 2021 contiene interessanti novità riguardanti le semplificazioni fiscali, tra cui i termini allineati per liquidazioni IVA e annotazioni nei registri dal 2021.

Le novità, contenute al comma 1102 dell’articolo 1 della Legge di Bilancio 2021, si applicheranno alle Partite IVA con volume d’affari fino a 400.000 euro in caso di prestazioni di servizi e 700.000 euro in caso di altre attività.

A partire dal primo gennaio 2021 l’annotazione delle fatture nei registri IVA potrà essere fatta entro la fine del mese successivo al trimestre di svolgimento delle operazioni.

Partite IVA 2021: imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Nella nuova Manovra 2021 vi sono alcuni interessanti chiarimenti relativi all’imposta di bollo sulle fatture elettroniche.

Il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche deve essere effettuato:

  • entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo alla chiusura del trimestre per le fatture emesse nel primo, nel terzo e nel quarto trimestre solare dell’anno di riferimento,
  • entro l’ultimo giorno del terzo mese successivo alla chiusura del trimestre per le fatture elettroniche emesse nel secondo trimestre solare.

Entrambe le parti coinvolte nell’operazione sono responsabili in solido per il pagamento della somma dovuta, anche in caso di emissione della fattura da parte di un soggetto diverso.

Nel caso in cui l’ammontare dell’imposta di bollo complessivamente dovuta sulle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre solare dell’anno non superi l’importo di 250,00 euro, il contribuente può procedere al pagamento entro il secondo trimestre solare dell’anno di riferimento.

Partite IVA 2021: addio all’esterometro

La Legge di Bilancio 2021 rinforza la fattura elettronica e saluta definitivamente l’esterometro, ovvero le comunicazioni IVA relative alle fatture da e verso l’estero.

L’esterometro sarà sostituito dall’obbligo di fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2022.

I titolari di Partita IVA avranno 12 giorni di tempo dalla data di effettuazione dell’operazione per inviare i dati al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate.

Per le operazioni ricevute da cedenti o prestatori esteri, l’invio telematico dovrà essere effettuato entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello di ricevimento del documento comprovante l’operazione.

Argomenti: ,