Partita IVA, arriva il taglio dei contributi al 50%

Partita IVA, in arrivo riduzione contributiva al 50% per favorire le nuove attività, sgravi al 50% anche per le nuove assunzioni.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Partita IVA, in arrivo riduzione contributiva al 50% per favorire le nuove attività, sgravi al 50% anche per le nuove assunzioni.

In arrivo, per i possessori di partita IVA, una riduzione dei contributi del 50%, con il Collegato fiscale alla legge di Bilancio per il 2018, nuove misure anche per gli autonomi.

Allo studio al Governo l’ipotesi di una riduzione contributiva del 50% per alleggerire il costo del lavoro anche per i lavoratori autonomi.

La misura allo studio prevede una riduzione del 50 per cento dei contributi dovuti dai lavoratori autonomi nei primi tre anni di attività (questo dato potrebbe variare). Il provvedimento favorisce i forfettari iscritti alla Gestione separata INPS e privi di Albo e di Cassa.

L’obiettivo è quello di favorire l’avviamento di nuove attività e una maggior equità al sistema previdenziale.

La misura prevede anche lo sgravio del 50 per cento, che dovrebbe essere riconosciuto alle nuovi assunzioni di giovani a tempo indeterminato fino a 29 anni. Si sperava ad un innalzamento dell’età a 32 anni, ma non è stata considerata. Il limite dei 29 anni si pensa posse essere applicato anche per i lavoratori autonomi.

Partita IVA, arriva riduzione contributiva

La situazione attuale vede tutti i possessori di Partita IVA, che avendo i requisiti, iscritti alla Gesitone dei commercianti e a quella degli artigiani, che hanno scelto il regime forfettario, possono optare una riduzione del 35% . Si ricorda che la va presentata entro il 28 febbraio di ogni anno (circolare INPS n. 22/2017).

Regime forfettario e riduzione contributiva del 35%

Il regime contributivo agevolato per chi aderisce al regime forfettario, è previsto anche per il 2018, l’INPS ha stabilito una riduzione dei contributi pari al 35%.

L’INPS chiarisce che chi inizia una nuova attività nel 2017 e ha i requisiti per aderire all’agevolazione contributiva, dovrà  effettuare la comunicazione il prima possibile, per permette all’ente una corretta predisposizione della tariffazione annuale.

La riduzione è a favore dei titolari di partita IVA in regime forfettario che svolgono attività d’impresa e hanno l’obbligo di iscrizione alla gestione INPS degli artigiani o dei commercianti.

Chi non può accedere al regime di contributo agevolato

Non possono accedere alla contribuzione ridotta del 35% i contribuenti nel regime forfettario che svolgono attività professionali non soggette all’iscrizione obbligatoria alla Camera di Commercio e né alla cassa professionale e hanno obbligo di iscrizione alla gestione separata INPS del lavoro autonomo.

Leggi anche: Aprire una Partita IVA nel 2017, quanto costa?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Apertura partita Iva