Pagare Imu in ritardo? Ecco cosa fare

Pagare Imu con il ravvedimento operoso? Oggi l'ultima chance per pagare la tassa con la mini sanzione del 3%. Da domani scatta l’aumento al 3,75% per effetto del ravvedimento lungo

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Pagare Imu con il ravvedimento operoso? Oggi l'ultima chance per pagare la tassa con la mini sanzione del 3%. Da domani scatta l’aumento al 3,75% per effetto del  ravvedimento lungo

 Come pagare l’Imu in ritardo? Una mini guida sulle modalità di  versamento della tassa Imu dopo la scadenza di dicembre mediante il calcolo del ravvedimento operoso Imu.

 Pagare Imu: la scadenza del 17 dicembre 2012

 Lo scorso 17 dicembre 2012 è stato l’ultimo giorno per poter effettuare il versamento Imu ( si veda il nostro articolo Pagamento Imu con F24 o bollettino anche on line). Ma molti contribuenti, per svariati motivi, soprattutto per mancanza di liquidità, non hanno potuto rispettare questa scadenza. Cosa fare?

 Pagare Imu  con il ravvedimento

 Si può benissimo pagare l’Imu in ritardo, avvalendosi del cosiddetto ravvedimento Imu. Proprio oggi, 16 gennaio 2013, è l’ultimo giorno per potersi avvalere del ravvedimento Imu breve. Entro oggi infatti i contribuenti che non hanno rispettato la scadenza del 17 dicembre 2012, possono pagare l’Imu con una sanzione ridotta del 3%.

 Ravvedimento Imu, cosa sapere

 A proposito del ravvedimento Imu, si ricorda che esso può essere di 3 tipologie:

1- Breve,  con regolarizzazione dal 15° giorno dal termine di pagamento previsto al 30° giorno successivo alla scadenza, in scadenza oggi,

2-  lungo, con regolarizzazione entro un anno dalla violazione, fino al 17 dicembre 2013

3- sprint, con regolarizzazione entro il 14° giorno dalla scadenza, scaduto il 1 gennaio 2013 per la tassa Imu.

Ravvedimento che fai, sanzione che trovi

Ad ogni tipologia di ravvedimento corrisponde il pagamento di una precisa sanzione che aumenta ovviamente a seconda del ravvedimento Imu di cui si fruisce. Nella scadenza di oggi, per fruire del ravvedimento breve per pagare l’Imu, il contribuente dovrà versare la sanzione ridotta del 3%, 1/10 della sanzione prevista per il mancato pagamento del tributo. Se il contribuente volesse invece fruire del ravvedimento lungo, quindi pagare l’Imu entro il 17 dicembre 2013, dovrà versare contestualmente all’importo della tassa, anche una sanzione ridotta del 3,75%. Si ricorda che, oltre al tributo ed alla sanzione ridotta, devono essere corrisposti gli interessi legali con maturazione giorno per giorno, che dal 1° gennaio 2012 ammontano al 2,5%, da calcolare sui giorni effettivi di ritardo.

Pagare Imu in ritardo: il mod F24

Per pagare l’Imu in ritardo, si utilizza sempre il mod F24 Imu. Nell’apposita casella del modello in questione, va sbarrata la sezione riguardante il ravvedimento Imu, “Ravv”. Nello spazio “Anno di riferimento”deve essere indicato l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento Imu, quindi nel caso di ravvedimento Imu va indicato l’anno in cui l’imposta avrebbe dovuto essere versata. Per ciò che riguarda i codici tributo ravvedimento Imu, la stessa Agenzia delle entrate ha avuto modo di precisare che si possono utilizzare gli stessi codici tributo istituiti per il pagamento dell’imposta tramite il modello F24 (si rinvia al nostro articolo Codici Imu: l’elenco completo).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi