Pagamento in contanti 3000 euro: quali novità oltre il tetto?

Oltre l'innalzamento del tetto limite concesso per i pagamenti in contanti quali altre novità porterebbe la Legge di Stabilità 2016?

di , pubblicato il
Oltre l'innalzamento del tetto limite concesso per i pagamenti in contanti quali altre novità porterebbe la Legge di Stabilità 2016?

La Legge di Stabilità 2016 prevede di innalzare il limite del denaro contante utilizzabile per i pagamenti da 1000 a 3000 euro, ma è prevista anche la cancellazione di due altre norme riferite ai canoni di locazione e ai corrispettivi dovuti per il trasporto di merci su strada.  

Pagamenti in contanti

Il limite a partire dal quale è vietato pagare con denaro contante, se la Legge di Stabilità 2016 non sarà modificata, passerà da 1000 a 3000 euro. Andando a modificare l’articolo 49, comma 1 del D.Lgs 231 del 2007 con l’articolo 246 comma 1, si innalza il limite oltre il quale è vietato il trasferimento di denaro contante, libretti deposito bancari e postali al portatore e titoli al portatore in valuta estera o in euro.   La normativa al riguardo è stata modificata più volte nel corso degli anni, l’ultima modifica è stata apportata nel 2007 quando il tetto limite è stato ulteriormente ridotto da 2500 a 1000 euro.  

Altre novità

La Legge di Stabilità 2016 in materia di pagamenti in contanti va ad eliminare anche due altre misure:

  • L’obbligo di pagare i canoni di locazione non con l’uso del contante per assicurare la tracciabilità ai pagamenti
  •  L’obbligo di effettuare pagamenti per i contratti di trasporto, nella filiera trasporti, utilizzando mezzi elettronici di pagamento o comunque canali tracciabili.

  Entrambe le disposizioni che la Legge di Stabilità 2016 vuole abrogare, anche se in vigore, sono pressochè inapplicate.

Argomenti: