Pagamento Imu e riforma del catasto: i nodi della delega fiscale

Oggi il governo Monti tornerà a esaminare la delega fiscale. Sul tavolo dei professori molti questioni aperte, fuori dal Palazzo un Paese scettico e pieno di dubbi

di , pubblicato il
Oggi il governo Monti tornerà a esaminare la delega fiscale. Sul tavolo dei professori molti questioni aperte, fuori dal Palazzo un Paese scettico e pieno di dubbi

Oggi pomeriggio un consiglio dei Ministri straordinario deciderà la nuova delega fiscale.  Alleggerimento della pressione fiscale è l’obiettivo di fondo del nuovo schema di ddl fiscale che dovrà chiarire i contorni dell’Imu, gettare le basi per la riforma del catasto e stabilire la revisione dell’immensa partita delle deduzioni/detrazioni e agevolazioni fiscali, riordinare l’Iva, nonché la tassazione di impresa in modo tale da favorire la crescita dimensionale.

 

Pagamento Imu: guerra aperta sul numero delle rate

Una battaglia senza esclusione di colpi è quella che si sta svolgendo sul fronte Imu, una battaglia soprattutto tra gli schieramenti politici, tra chi come il Pdl vuole una rateizzazione in tre tranche e chi come il Pd vorrebbe invece lasciare così com’è. Anche se il relatore alla delega fiscale, Gianfranco Conte (Pdl) ha manifestato la volontà di portare una serie di proposte per allungare i versamenti Imu: due rate per le seconde case, tre per chi ha una sola casa scadenzate tra giugno, settembre e dicembre (Pagamento Imu in 3 rate: arriva la pillola meno amara). 

 

Aumento prezzo benzina? Come ultima spiaggia

Tra tassa sugli sms e rincaro benzina come fonti economiche che andranno a finanziarie la Protezione civile, il Governo ha cercato di placare gli animi (inutilmente), stabilendo che solo l’aumento della benzina, con rincari tra 5 e 10 centesimi al litro è solo una «ultima ratio» nel caso di calamità naturali. Dalle indiscrezioni trapelate si parla anche una nuova «tassa di sbarco» di 1,5 euro a testa per passeggero a favore delle isole minori (Costo Sms verso aumento: nuove addizionali in arrivo)

 

Tracciabilità pagamenti: Monti vuol far sparire il denaro contante?

Un altro tema che con tutta probabilità sarà oggetto delle attenzioni della nuova delega fiscale, si pensa all’introduzione di un sistema di incentivi e disincentivi che preveda la tracciabilità anche per importi minimi. «Meritevole di considerazione», queste le parole del Professore Monti dello slittamento da maggio a settembre dello stop al cash oltre i mille euro per i pagamenti delle pubbliche amministrazioni.

 

Riforma del catasto e reato di falso in bilancio

Da ultimo, nella legge delega fiscale, in cui si è nettamente escluso il ritorno del reato del falso in bilancio, perché del tema se ne dovrà occupare direttamente il ministero della Giustizia, guidato da Paola Severino, affronterà anche la tanto attesa riforma del catasto, con la revisione degli estimi necessaria per irrobustire gli incassi dell’Imu. Nuove misure di contrasto all’abuso dell’elusione fiscale e una nuova tassazione ambientale. Queste a grandi linee le misure che dovrebbero trovare spazio nella nuova delega fiscale. Per maggiori chiarimenti attendiamo, dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri, il testo ufficiale. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: