Pagamento Imu con F24 o bollettino postale?

Quando procedere al pagamento Imu con il modello F24 e quando con il bollettino postale?

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Quando procedere al pagamento Imu con il modello F24 e quando con il bollettino postale?

Pagamento del saldo Imu in scadenza il prossimo 17 dicembre 2012 e per il versamento si potrà usare il modello F24 oppure il bollettino postale approvato con apposito decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale. Ma quando conviene usare l’uno o l’altro per il pagamento Imu?

F24 Imu per l’acconto

L’acconto Imu si è versato con il modello F24 Imu (si veda  a tal proposito il nostro articolo F24 Imu: modello e compilazione guidata). Con il decreto fiscale 16 del 2012 si  è previsto che dal 1 dicembre 2012, potrà usarsi per il pagamento Imu, l’apposito bollettino postale, di recente approvazione e pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Pagamento Imu bollettino postale

Nel bollettino postale appena approvato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, vi è una sezione dedicata proprio all’Imu, in cui vanno indicati il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili, il numero degli immobili per cui si esegue il versamento (divisi per codice tributo), l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento e l’importo da versare. Quest’ultimo va riportato al netto dell’eventuale detrazione spettante, da esporre nella casella in basso a sinistra, rapportata al periodo (metà o un terzo). Deve essere inoltre barrata la casella corrispondente all’acconto o al saldo, oppure entrambe, se si versa in unica soluzione. ( Per maggiori dettagli sulla compilazione del bollettino postale per il pagamento Imu si veda il nostro articolo Pagamento Imu con bollettino postale.Guida alla compilazione).

Pagamento Imu per immobili in comuni diversi: F24 o bollettino postale?

Detto ciò a linee generali un dubbio assale il contribuente, soprattutto in vista della scadenza del 17 dicembre prossimo, quando sarem chiamati al versamento del saldo Imu. Il dubbio è il seguente: quando conviene effettuare il pagamento Imu con il modello F24 e quando con il bollettino postale?

Per rispondere a questo interrogativo, prendiamo un esempio fra tutti, ossia quello del contribuente proprietario di 2 immobili siti in due comuni diversi. In questa situazione il contribuente potrà procedere al pagamento Imu, utilizzando un  unico F24 Imu, variando i comuni sui diversi righi, inserendo dei diversi codici catastali che identificano i diversi comuni. Se pensiamo di procedere al pagamento Imu per immobili siti in diversi comuni con il bollettino postale, dovremmo compilare bollettini diversi, perché ogni bollettino riporta il codice castale di un Comune. Senza dimenticare tra l’altro che la compilazione del bollettino postale per il pagamento Imu comporta anche di sostenere un costo, che corrisponde a 1,30 euro o 0,70 euro per chi ha più di 70 anni o è titolare della carta acquisti. Come si vede è più agevole a questo punto per chi ha più immobile utilizzare il modello F24 Imu e non il bollettino postale. Una scelta questa che va sempre e comunque rapportata alla situazione in cui si trova il contribuente.

 

Per completezza vi riportiamo di seguito il fac simile del bollettino postale per il pagamento Imu, reperibile gratuitamente presso gli uffici postali:

Bollettino postale Imu- fac simile

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi