Pagamento bollette luce e gas in ritardo, ecco le nuove regole

Nuovi obblighi di avviso in capo alle società che forniscono energia elettrica e gas in caso di morosità dell'utente, in vigore dal 1 settembre 2013

di , pubblicato il
Nuovi obblighi di avviso in capo alle società che forniscono energia elettrica e gas in caso di morosità dell'utente, in vigore dal 1 settembre 2013

Pagamento bollette luce e gas in ritardo? Ecco le nuove regole in capo alle società che forniscono energia elettrica e luce per chi paga oltre la scadenza e diventa moroso.

Pagamento bollette luce  e gas in ritardo: le nuove regole

In vigore dal 1 settembre scorso la delibera dell’AEEG, l’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas con cui sono modificate le regole sul pagamento in ritardo di bollette elettriche e bollette del gas. Regole nuove in capo ai fornitori di energia elettrica e gas in caso di morosità da parte dell’utente finale.

Pagamento bollette in ritardo: l’avviso

In particolare tali società hanno l’obbligo di inviare tramite raccomanda A/R un avviso all’utente del mancato pagamento delle bollette luce e gas e del rischio di subire la sospensione della fornitura di energia elettrica e del gas.  Con tale avviso si intima anche il cliente al pagamento che non può essere inferiore a 15 dall’invio della lettera, contro i 10 previsti in precedenza, Nella lettera inviata dalla società che fornisce l’energia elettrica e il gas deve essere anche specificato il giorno in cui avverrà la sospensione in caso di reiterato mancato pagamento. La sospensione della fornitura di energia elettrica e di gas non può essere inferiore a 3 giorni lavorativi dalla scadenza utile per il pagamento e deve essere sempre indicato nell’avviso.

[fumettoforumright]

Pagamento bollette luce  e gas in ritardo: gli obblighi delle società di fornitura

Qualora la società che fornisce l’energia non rispetta tali obblighi dovrà accreditare sulle bollette luce e gas un importo di 30 euro, qualora si sospende la fornitura di energia senza inviare il preavviso o di 20 giorni se la sospensione avvenga prima che scade il termine ultimo per il pagamento indicato nell’avviso o prima dei 3 giorni lavorativi.

 

Morosità: come comunicare l’avvenuto pagamento?

La lettera deve contenere anche le modalità con cui il cliente può comunicare l’avvenuto pagamento in ritardo della sua bolletta, ossia con un fax anche se la modalità più sicura è una raccomanda A/R. Se l’utente invia la comunicazione dell’avvenuto pagamento e la fornitura di energia elettrica e id gas è stata già sospesa, deve essere riattivata entro massimo due giorni, altrimenti il fornitore pagherà un indennizzo di 30 euro.

 

Argomenti: