Pagamenti Pubblica Amministrazione: le imprese restano a bocca asciutta

Pagamenti pubblica amministrazione alle imprese esclusi dal Ddl che disciplina le transazioni commerciali

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Pagamenti pubblica amministrazione alle imprese esclusi dal Ddl che disciplina le transazioni commerciali

Pagamenti pubblica amministrazione alle imprese ancora in attesa. E’ stato approvato nella Commissione Attività produttive alla Camera il disegno di legge che rivede i termini massimi di pagamento riguardanti il credito vantato dalle imprese, ma rimangono ancora fuori i pagamenti che le imprese stesse vantano nei confronti della PA.

 Credito imprese e pagamenti pubblica amministrazione: le novità del Ddl

E’ stato fissato a 1 mese infatti l’intervallo di tempo per il saldo degli oneri da prestazione, ma esclusivamente in riferimento alle transazioni commerciali tra imprese , quindi tra i privati, escludendo così qualsiasi riferimento alla pubblica amministrazione e ai pagamenti che questa deve alle imprese.

Debiti pubblica amministrazione ancora non saldati

Il disegno di legge ha il merito di continuare la strada del processo di recepimento della direttiva comunitaria 2011/7/UE, datata 16 febbraio 2011, che invitava a legiferare sui ritardi dei pagamenti sia tra privati, che tra questi ultimi e la pubblica amministrazione. Non rientrano però nel novero delle imprese che potranno far valere il limite massimo di 30 giorni, nel disegno di legge appena approvato, quelle imprese che detengono crediti presso la pubblica amministrazione. Un problema quello dei pagamenti pubblica amministrazione, o meglio dei debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese private, che causa il più delle volte il rallentamento nella ripresa economica, tanto agognata, ma difficile da realizzarsi, se le imprese stesse non riescono ad avere quella boccata di ossigeno, data dalla liquidità, attesa da molto, troppo tempo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società