Pace fiscale per tutti, con una rateizzazione in 5 anni, una sanatoria rafforzata, le novità

Pace fiscale per tutti i debiti, le ultime novità prevedono una rateizzazione in 5 anni, con due strade da intraprendere.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Rottamazione e Pace Fiscale

La nuova misura “Pace fiscale” è allo studio al governo, le ultime novità fanno ben sperare per tutti i cittadini che vogliono fare pace con il Fisco. Un ravvedimento rafforzato, che si presenta in due tempi.

L’ultima ipotesi al vaglio, considera una prima parte inserita nel decreto fiscale collegato alla manovra, e una seconda fase nella conversione parlamentare.

L’ipotesi, prevede una riduzione dell’importo dovuto per chi ha già vinto in primo grado e definisce la lite al 20% delle maggiori imposte richieste dal secondo grado.

Inoltre, è prevista anche una Pace fiscale con pagamenti dilazionati nel tempo, l’ipotesi prevede un massimo di 5 anni. Le novità non finiscono qui, la nuova misura potrebbe comprendere anche i carichi affidati alla riscossione nel 2018. La misura dovrebbe comprendere anche chi non è riuscito a pagare i piani di rateizzazione degli anni passati, se così fosse entrerebbero anche tutti i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione e non sono riusciti a far fronte ai pagamenti, con una maggiore flessibilità. Tutto questo si dovrebbe svolgere nella prima fase.

La seconda fase della pace fiscale, secondo le ipotesi allo studio, prevede un meccanismo di autocorrezione del contribuente sulle annualità ancora accertabili, quindi dal 2013 al 2017, con un limite massimo di 500mila euro. Previsti anche l’eliminazione di sanzioni e interessi, per chi è in contestazione con il Fisco, ridiscutendo le maggiori imposte accertate.

Tante le novità, che fanno ben sperare.

Dopo aver esaminato tutte le nuove ipotesi allo studio al Governo, risponderemo ai quesiti dei nostri lettori.

Leggi anche: Pace fiscale 2019, dubbi e incertezze sui debiti che verranno inseriti, gli ultimi aggiornamenti

Pace fiscale cambia rotta, uno sconto dal 50 all’80%. Tutte le FAQ aggiornate

Pace fiscale: FAQ aggiornate

Debiti IVA

1) Buongiorno, alla luce delle ultime notizie le ripropongo una domanda già fatta qualche mese fa.

Sto pagando avvisi bonari Iva relativi agli anni 2012/2013/2014/2015/2016/2017, sinceramente non ho più la possibilità di andare avanti. L’importo totale residuo si aggira intorno ai 35.000 euro (al netto degli interessi). Se dovessi decidere di non pagare più, potrei usufruire della auspicata misura di “Pace Fiscale”, proclamata dal nuovo Governo? Fiducioso di una Sua gentile risposta, colgo l’occasione per formulare Cordiali Saluti.

2) Buongiorno, la ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Ho un debito con Agenzia delle Entrate Riscossione per il quale mi è stata notificata una Intimazione di pagamento a Giugno 2018, per debiti Iva del 2006,  2007 ,2008,2009 di Euro 120.000 circa.
Nelle ultime ore, dalle dichiarazioni di alcuni membri del Governo, sembra che la “pace fiscale” non comprenderà i debiti IVA e i debiti previdenziali. Crede che ci siano possibilità che per queste 2 voci possano essere previsti dei percorsi “alternativi” simili alle precedenti rottamazioni. Sono consapevole che siamo nel campo delle pure previsioni ma ci terrei ad avere un suo parere in merito. Grazie.

Risposta

Sui debiti IVA regna l’incertezza, fino a pochi giorni fa erano esclusi dalla Pace Fiscale, secondo le ultime indiscrezione, sembra che stiano valutando di inserirli in questa nuova misura, con uno sconto minore rispetto ai debiti per le imposte IRPEF.

Al momento queste sono solo ipotesi. In riferimento al primo quesito, non le posso consigliare di non pagare più, perchè ad oggi non c’è certezza. Quando la “Pace Fiscale” sarà ben definita le potrò dare indicazioni precise.

Pace fiscale e precedente rateizzazione

Salve, vorrei dei chiarimenti per quanto riguarda la nuova pace fiscale. Io sto pagando delle cartelle equitalia emesse entro il 2014 con la rateizzazione a 60 mesi; non ho mai aderito alle precedenti rottamazioni. Posso smettere di pagare le rate aspettando la pace fiscale? Grazie Distinti saluti.

Risposta

Come sopra esposto, la nuova ipotesi ha ampliato la fascia dei debiti che entreranno nella Pace Fiscale. Si sta studiando una soluzione per inserire, chi aveva aderito alla rateizzazione e non è riuscito ad adempiere ai pagamenti. Quindi lei, se questa misura viene approvata, rientra con i debiti della rateizzazione.

Pace fiscale: per tutti gli enti di riscossione?

Buongiorno Dott.ssa  Angelina, con la presente leggo che viene annunciata da parte del GOVERNO in carica la pace fiscale. Chied; la pace fiscale riguarda “TUTTI GLI ENTI DI’ RISCOSSIONE?”  visto che nei precedenti aveva incluso solo Equitalia ed agli altri enti di riscossione  lasciando libera scelta alle amministrazioni ??? Con questa scelta hanno castigato al totale dei pagamenti una grandissima parte di Italiani. A mio modesto parere quando si fanno delle agevolazioni dei pagamenti statali si devono comprendere tutti i cittadini, e non solo una parte. La ringrazio per il suo tempo che vorrà dedicarmi, cordiali saluti.

Risposta

Purtroppo, ancora non si conoscono le linee guida sulla Pace fiscale e quali enti comprenderà, si spera che questa volta, sia per tutti e non una libera scelta. Sono d’accordo con lei, che non dev’essere effettuata una scelta in base all’amministrazione, ma il Governo dovrebbe imporre ai vari Enti di riscossione l’adesione alla misura della “Pace Fiscale”.

Pace fiscale e pignoramento

Buona sera dottoressa, ho letto il suo articolo in internet e vorrei porre un quesito: sono in dubbio se aprire un contenzioso legale subito contro Equitalia (o Agenzia delle Entrate), oppure attendere la legge sulla pace fiscale. Purtroppo sono già pignorata sulla busta paga.

Vorrei sapere se rientreranno nelle agevolazioni coloro i quali sono già pignorati.

Risposta

Da come sopra esposto, dovrebbe rientrare, al momento sono solo ipotesi. In riferimento al contenzioso di cui è in dubbio, se ci sono i presupposti lo apra, perché comunque potrà aderire successivamente alla misura della pace fiscale. Questa nuova misura è ancora allo studio e tutto potrebbe cambiare, inoltre, non si conoscono i tempi di attuazione. Quindi vada avanti per la sua strada, se poi la pace fiscale si concretizzerà in tempi brevi, le può comunque aderire.

Pace fiscale e cartelle esattoriali errate

Leggendo gli articoli sulla stampa mi è parso di capire che possa chiedere la pace fiscale chi è in lite con il fisco. Io che non ho aperto nessun contenzioso (avevo altri problemi più urgenti da risolvere)  e sono già pignorata potrei chiedere al fisco di rivedere il mio caso.? Nelle cartelle ci sono grossolani errori, e molte voci sono di oltre 10 anni fa (contravvenzioni). La cifra è di 48mila euro, ma è irreale ed errata.

Insomma la mia domanda precisa è: devo subito fare causa ad Equitalia-Agenzia delle Entrate – quindi entrare nella casistica delle liti contribuente-Equitalia per poi avere la speranza di essere ammessa alla pace fiscale? Oppure mi conviene aspettare perché comunque tutti potranno fare istanza di “pace fiscale”? La ringrazio per  l’attenzione e la risposta.

Risposta

La pace fiscale dovrebbe permettere di risolvere tutte le liti con il fisco. Il pignoramento è una delle fasi finali, dalle ultime indiscrezioni, i debiti dovrebbero rientrare nella nuova misura. Io le consiglio di aprire il contenzioso, poi quando la Pace fiscale sarà ben definita, allora potrà aderire anche a questa misura. Al momento c’è troppa incertezza per dare una risposta sicura, quindi conviene procedere con i vecchi metodi.

Pace Fiscale e Rottamazione

Buongiorno signora…sono una povera commerciante che ha provato ad aderire alla rottamazione..sono riuscita a pagare le 4 prime rate grazie a un prestito dei miei famigliari…la quinta rata invece é impossibile da pagare per la mia attività visto che sto subendo una grossa crisi. Sono piena di debiti con i fornitori e ho un finanziamento da rientrare…il mio camion é dell’ anno 1983 e ho un reddito basso,.sono in costante lotta  con una concorrenza sleale e lotto per pagare tasse e inps. Come potrei fare visto che ho chiesto anche l’ adesione alla rottamazione bis e vedendo gli importi impagabili ho cercato di diminuire gli importi con CONTITU però non sono riuscita a entrare nel sistema…come posso fare per uscire da questo tunnel??Adesso arriva forse la pace fiscale e non posso neanche aderire visto che ho chiesto le rottamazione..ci sará un’ altra soluzione per persone oneste e disperate..?? Grazie mille se mi vuole rispondere.

Risposta

Le nuove indiscrezioni, fanno ben sperare che anche chi ha aderito alla definizione agevolata (rottamazione) e non è riuscito ad adempiere ai pagamenti, potrà aderire alla Pace fiscale, con una rateizzazione del debito in 5 anni. Quindi, le consiglio di aspettare.

Pace Fiscale: aliquota applicata

Leggevo un articolo sul suo sito internet dove si disquisiva della tanto sperata pace fiscale. Le faccio breve la mia storia: ho ricevuto 5 anni fa una cartella di equitalia da ben 160000 euro!!! ,Naturalmente ho cercato di impugnarla ma ho perso i ricorsi. Non sono arrivato in cassazione per non svenarmi di spese legali che non riuscivo a sostenere. Non la tedia con le motivazioni del pvc e susseguente cartella, davvero fantozziana!!!! Ora sembra ci possa essere una svolta con questa forma di saldo e stralcio.
La mia domanda è semplice: a suo pare l’aliquota che mi sarà applicata verra conteggiata sui 160000 o sull’importo ora cresciuto a 218000 per le varie sanzioni di ritardato pagamento? La ringrazio per la risposta che vorrà fornirmi. Distinti saluti.

Risposta

Purtroppo, lo so che sono ripetititva, ma in questo momento le incertezze sono tante per poterle dare una risposta concreta. Le posso solo dire, che la nuova misura si presenta come una mini sanatoria, che non solo prevede, in alcuni casi, l’annullamento di sanzioni e interessi, ma anche la possibilità di una diminuzione del debito. Se la misura, secondo le ultime indiscrezioni, che non vanno nel dettaglio delle varie problematiche, si dovesse presentare nel modo suindicato, verrà considerato il capitale di debito e non l’importo aumentato da sanzioni e interessi. I tecnici del governo, stanno studiando una soluzione completa, che riguardi tutti i debiti, anche quelli che hanno seguito un iter legale, come nel suo caso. Ribadisco, queste sono solo ipotesi, bisogna attendere e vedere come sarà formalizzzata la nuova “Pace fiscale”.

Pace Fiscale: debiti Inps e Inail

Salve Angelina, le chiedevo questo. Io ho delle cartelle esattoriali per una cifra totale di 73 mila euro.
Datate tutte dal 2010 al 2014. Le cartelle alcune sono di irpef ma altre corrispondono a vecchi pagamenti di inps ed inail.
A quanto capito con 73mila io rientrerei nei parametri della pace, certo poi ci sarebbe da valutare il mio reddito ecc, ma il mio dubbio è le cartelli corrispondente inps e inail rientrano?
Mesi fa con il mio avvocato stavo intraprendendo una strada di operazione di sdebitamento cioè patteggiare con Equitalia di tutte le cartelle, farne solo una
e pagare una cifra per tutto, quindi una sorta di sanatoria che al quel punto io pagandolo sarei apposto con tutto e potrei tornare ad essere tranquillo.
E ovviamente adesso sono li che penso aspetto la pace fiscale o parto con lo sdebitamento. Cosa prevede quindi questa pace fiscale e che tempi ancora ci vogliono per capire se parte? Nell’attesa di vostra risposta le auguro una buona giornata.

Risposta

Come i debiti IVA anche i debiti Inps e Inail, sono messi in discusione nella Pace fiscale, inizialmente, i tecnici allo studio, avevano pensato di non inserirli nella nuova misura. Negli ultimi giorni, dalle ultime indiscrezione, si prevede il loro inserimento. Quindi le sarà possibile, se la manovra rimarrà tale, inserire anche le cartelle in questione. I tempi tecnici dell’attuazione della pace fiscale, non si sanno, si pensa ad una doppia strada come sopra menzionato. A mio avviso si dovrà sperare se diventerà operativa da marzo 2019, ma questa è solo una mia ipotesi. Il cammino della pace fiscale è ancora lungo, anche se a breve dovrà essere formalizzata definitivamente, i tempi per l’applicabilità della manovra, sono più lunghi.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti rottamazione cartelle esattoriali, News Fisco, Cartella esattoriale, Rottamazione cartelle esattoriali