Pace fiscale e rottamazione, avvisi bonari fuori

Pace fiscale e rottamazione ter, gli ultimi aggiornamenti annunciano in via definitiva, che gli avvisi bonari, non entreranno, una norma piena di discordanze e senza equita'.

di , pubblicato il
rottamazione cartelle

Pace fiscale e rottamazione, i nostri lettori ci chiedono se gli avvisi bonari, rientrano nelle nuove misure predisposte dal governo, per far pace con il Fisco. Analizziamo il quesito di un lettore: Salve, ho ricevuto un avviso bonario da parte dell’Ag.delle Entr. Il 30.08.2018 relativo ad una dichiarazione 730 redditi 2014.Posso aderire alla pace fiscale o rottamazione? Grazie

Pace fiscale e avvisi bonari: cosa prevede la normativa?

Parte la Definizione agevolata 2018, la cosiddetta “rottamazione-ter”, per le somme affidate all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017: rate fino a cinque anni senza corrispondere sanzioni e interessi di mora.

La domanda va presentata entro il 30 aprile 2019!

L’art 3 del Decreto Legge n. 119/2018 prevede la Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 (cosiddetta “rottamazione-ter”).

Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Nella rottamazione ter possono entrare solo i carichi affidati all’agenzia delle Entrate Riscossione entro il 21/12/2017. Gli avvisi bonari, non sono ancora debiti affidati, quindi non rientrano in questa misura.

Sugli avvisi bonari si e’ discusso molto, il consiglio dei commercialisti, aveva chiesto l’introduzione degli avvisi bonari nella pace fiscale, per una questione di uguaglianza ed equita’. Tale richiesta non e’ andata a buon fine. Le ultime notizie confermano che gli avvisi bonari, non saranno inseriti nella pace fiscale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,