Online nuova Anagrafe nazionale popolazione residente

La nuova Anagrafe nazionale della popolazione residente è online. Accentra sul web i dati di 57 milioni di italiani e 8.000 comuni.

di , pubblicato il
La nuova Anagrafe nazionale della popolazione residente è online. Accentra sul web i dati di 57 milioni di italiani e 8.000 comuni.

Arriva l’anagrafe nazionale della popolazione. Una banca dati nazionale che raccoglie tutte le identità dei soggetti residenti sul territorio italiano dalla quale sarà possibile attingere per ottenere certificati e informazioni.

Il progetto voluto dal ex premier Giuseppe Conte verso la digitalizzazione della pubblica amministrazione, sta prendendo forma. E’ infatti da oggi disponibile il nuovo portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr) del Ministero dell’Interno che raccoglie le informazioni delle quasi 8.000 anagrafi comunali presenti sul nostro territorio.

Nuova anagrafe nazionale

Mancano solo 417 Comuni alla registrazione dell’anagrafe nazionale, poi il database sarà completato.  L’anagrafe raccoglie al momento i dati del 94,4% della popolazione italiana con 7.406 Comuni già subentrati.

L’Anpr include anche gli italiani residenti all’estero (AIRE) pari a 5 milioni di persone grazie all’apporto della rete consolare. Nel complesso coinvolgerà oltre 57 milioni di residenti in Italia e sarà ultimata nel corso del 2021.

Sul sito del Ministero dell’Interno è possibile visualizzare l’avanzamento del processo di adesione da parte dei Comuni italiani. E’ possibile accedere anche alla propria area riservata mediante CIE, CNS e SPID visualizzando i propri dati anagrafici o stampare autocertificazioni che, all’occorrenza, potranno essere personalizzate.

A cosa serve

Inizialmente l’Anagrafe nazionale servirà per la visualizzazione dei propri dati. Successivamente sarà possibile ottenere direttamente dal sito internet certificazioni e stampare dichiarazioni, come lo stato di famiglia, di residenza, ecc.

Il processo dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno, dopo di che sarà possibile comunicare direttamente col portale anche per effettuare variazioni. Al momento è in sperimentazione per i cittadini residenti in otto comuni (Bari, Barletta, Bergamo, Firenze, Lecco, Milano, Prato e Torino) la possibilità di richiedere online la rettifica dei propri dati.

I prossimi passi, dunque, vedranno l’implementazione di numerosi servizi aggiuntivi per il cittadino. Con un’anagrafe nazionale unica, ogni aggiornamento sarà immediatamente consultabile dagli enti pubblici che accedono alla banca dati, dall’Agenzia delle entrate, all’Inps, alla Motorizzazione civile.

Un database nazionale

La nuova anagrafe è un progetto del Ministero dell’Interno la cui realizzazione è affidata a Sogei, partner tecnologico dell’amministrazione economico-finanziaria, che ha curato anche lo sviluppo del nuovo portale.

In futuro, tutte le informazioni saranno accentrate presso l’anagrafe nazionale e non sarà più necessario passare dai Comuni per effettuare variazioni, iscrizioni o ottenere certificati.

Si tratta di servizi gestibili da remoto che consentono di compiere in modo nuovo i compiti che prima facevamo di persona.

Argomenti: ,