Online il catalogo servizi e delle modalità di accesso ai dati dell’Agenzia delle entrate per Pubbliche Amministrazioni

Il documento illustra sinteticamente i servizi resi nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni e le modalità di fruizione, da parte delle PA centrali e locali, ai dati dell’Agenzia.

di , pubblicato il
Il documento illustra sinteticamente i servizi resi nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni e le modalità di fruizione, da parte delle PA centrali e locali, ai dati dell’Agenzia.

I contenuti informativi di interesse nazionale gestite dall’Agenzia delle entrate relativamente all’anagrafica fiscale dei contribuenti, le informazioni reddituali, catastali, cartografiche e ipotecarie, gli atti soggetti a registrazione, in gran parte, vengono rese disponibili alle Pubbliche Amministrazioni ed enti che svolgono attività di interesse pubblico.

L’Agenzia delle Entrate ha realizzato un manuale che illustra i servizi attraverso i quali le Pa e gli enti possono acquisire agevolmente le informazioni necessarie al raggiungimento di finalità istituzionali.

Catalogo servizi e delle modalità di accesso

Il manuale, appena pubblicato, si fonda su un processo standard di messa a disposizione dei dati incentrato su tre concetti base:

  1. definizione di classi di servizi per tipologia di dato: sono stati individuati e realizzati una serie di servizi standard, ognuno relativo ad una tipologia di informazione con dettagli informativi incrementali;
  2. diverse modalità di accesso: tramite web, tramite flussi massivi o in cooperazione applicativa (per integrazione tra sistemi informativi);
  3. classificazione degli enti in base a categorie da gestire uniformemente, laddove possibile, in alcuni casi anche con il supporto di enti rappresentanti (Comuni, Regioni, Enti previdenziali, Ministeri, Enti locali, eccetera).

Per alcune categorie di enti è stato definito, alla luce delle finalità e delle normative di riferimento, un panel di servizi standard, che consente di uniformare il trattamento e di velocizzare l’iter di convenzionamento.

A cosa serve?

Il documento illustra sinteticamente i servizi resi nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni e degli enti, nonché le modalità di fruizione, da parte delle PA centrali e locali, di accesso ai dati dell’Agenzia.

Ciò, in particolare, anche per dare attuazione al Decreto legge n. 34, convertito dalla legge n. 77 del 17 luglio 2020 – “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” – che all’art.

264 ha previsto che le pubbliche amministrazioni che detengono i dati ne assicurino la fruizione alle altre pubbliche amministrazioni attraverso accordi quadro.

Tutto ciò, nel rispetto delle specifiche disposizioni normative che legittimano l’accesso alle informazioni da parte di ogni soggetto richiedente.

Articoli correlati

Il Bonus 500 euro è finalmente Legge e Infratel Italia pubblica il manuale operativo

Rimborso da dichiarazione redditi: come comunicare l’IBAN all’Agenzia delle Entrate

Argomenti: ,